Una speranza per combattere l’Ebola

Ha deciso di fare qualcosa di concreto per aiutare gli altri e per dare una mano nella ricerca contro l’Ebola. Ruth Atkins, una ex-infermiera, ha così deciso di sottoporsi al vaccino per l’Ebola che è stato sviluppato dall’università di Oxford. L’epidemia di questa terribile malattia ha già fatto finora oltre 2500 vittime in Africa occidentale. La volontaria ha dichiarato: “Ho sentito l’annuncio alla radio e ho pensato: questo è il minimo che posso fare”. Un gesto molto importante per mettere a punto una medicina che potrebbe salvare milioni di vite umane. Ecco la sua storia.