Nessun risarcimento alle persone malformate da talidomide

Grande delusione per le persone affette da malformazioni dovute al talidomide, il componente di un farmaco anti-nausea assunto dalle loro madri durante la gravidanza. Il produttore del farmaco, la casa tedesca Chemie Grünenthal, non dovrà risarcire nessuna vittima. Nel 1954, la Chemie Grünenthal produsse il Contergan, a base di talidomide, il farmaco anti-nausea che dicevano essere così sicuro, tanto che se ne consigliava l’uso ai bambini. Ma già a partire dal 1961 venne documentata la registrazione di casi clinici con difetti congeniti agli arti, e si cominciò a pensare che l’assunzione di talidomide in gravidanza era la causa delle molteplici anomalie congenite osservate negli studi. La sentenza di assoluzione ha sorpreso tutti visto che sia Regno Unito che Canada hanno pagato un indennizzo alle loro vittime.