L’ebola fa paura agli Stati Uniti

Il virus dell’ebola fa paura. Ecco quali sono le misure precauzionali messe in atto all’aeroporto di New York per fermare un eventuale contagio. Medici e addetti alle emergenze sono in costante lavoro per sorvegliare i movimenti dei migliaia di passeggeri che ogni giorno transitano in questo immenso hub. Un lavoro immane che può contare sull’aiuto di macchinari e moderne tecnologie per individuare la febbre o stati di malessere riconducibili al virus dell’ebola; un lavoro però forse insufficiente a tenere sotto controllo a situazione. Scopriamo insieme come si attua il piano di intervento contro l’ebola all’aeroporto di New York, uno dei più visitati del mondo.