I pericoli del virus Zika

La diffusione del virus Zika continua a far preoccupare a livello internazionale. Se ad essere colpiti sono soprattutto i Paesi dell’America meridionale, anche in Italia sono stati registrati alcuni casi di pazienti che hanno riportato l’infezione. Quest’ultima può provocare differenti sintomi, come mal di testa, febbre, dolori muscolari e articolari, congiuntivite ed eruzioni cutanee. Il rischio maggiore è quello corso dalle donne in gravidanza, alle quali gli esperti raccomandano di non recarsi nei Paesi più a rischio. Se una donna che aspetta un bambino viene colpita dall’infezione, può accadere che nel nascituro si sviluppi la microcefalia, una mancata crescita del cranio con conseguenze sull’evoluzione neurologica. Ancora gli esperti stanno studiando il collegamento preciso tra microcefalia e infezione da virus Zika. Nel frattempo, monitorando la situazione a livello mondiale, gli studiosi raccomandano di adottare le misure per la prevenzione delle punture delle zanzare del genere Aedes, la specie di insetti che determina la trasmissione del virus.