I colori della salute: mangiare alimenti rossi

La frutta e la verdura di colore rosso devono la propria tinta alla presenza di pigmenti come il licopene e gli antociani. Il licopene, presente ad esempio in pomodori, angurie e pompelmo rosa, sembra essere il responsabile della riduzione del rischio di numerosi tipi di cancro, in particolare quello alla prostata. Gli antociani, presenti ad esempio in fragole e lamponi, agiscono come potenti antiossidanti nel proteggere le cellule da possibili danneggiamenti e tutelando la salute del cuore. Fragole e ciliegie sono ricche di carotenoidi, nemici dei tumori, delle patologie cardiovascolari incluso l’ictus, della cataratta, dell’invecchiamento cellulare, delle patologie neurodegenerative e dell’invecchiamento cutaneo. Nei cibi rossi c’è anche la vitamina C che aiuta la produzione di collagene, mantiene integri i vasi sanguigni, stimola le difese immunitarie, la cicatrizzazione delle ferite e incrementa l’assorbimento del ferro contenuto nei vegetali. Via libera quindi ad anguria, arancia rossa, barbabietola rossa, ciliegia, fragola, pomodoro, ravanello, rapa rossa, lampone, pompelmo rosa, e cipolla rossa.

Continua a leggere
Continua a leggere