Gomito del tennista: rimedi utili

Se si soffre di gomito del tennista, in genere si prova, in prima istanza, a ricorrere a dei rimedi di automedicazione. Si usano antidolorifici da banco, si permette al braccio di riposare, si applica il ghiaccio sulla zona dolente. A volte queste strategie non riescono a far migliorare la situazione e, in certi casi, in presenza di sintomi particolari, è bene ricorrere al consulto del medico oppure recarsi al pronto soccorso. La visita assume il carattere di necessità in specifiche condizioni. E’ importante farsi visitare se si ha la febbre, se non è possibile piegare il gomito, se quest’ultimo sembra deforme e se si sospetta la rottura di un osso. Nel corso della visita, in genere, si tende a sottoporre il soggetto a delle radiografie, per escludere che i sintomi siano dovuti ad una frattura.