E’ un’italiana a scoprire la fonte del dolore

E’ stata l’italiana Flavia Mancini, che ha fatto un’importante scoperta per ciò che riguarda la fonte del dolore. Il suo team di ricerca, dell’University College London, è riuscito a mettere in evidenza quali sono i punti più sensibili al dolore. Secondo lo studio si tratterebbe della punta delle dita e della fronte. I ricercatori hanno scoperto che si riesce a distinguere meglio la localizzazione degli stimoli dolorosi in due zone periferiche del corpo. Tutto questo è molto indicativo, perché significa che i recettori tattili e quelli che si occupano di rilevare il dolore lavorano in maniera distinta. Allo studio hanno partecipato 26 volontari, che hanno dovuto discriminare due particolari stimoli. E’ risultato che il senso del tatto è più preciso nelle estremità e meno nelle zone centrali del corpo.