Cosa fare in caso di punture d’insetto

Zanzare, ragni, tafani, pulci, zecche e altri insetti possono provocare arrossamenti, gonfiori, irritazione e piccole infezioni, dovute soprattutto al grattamento della pelle.È importante prima di tutto proteggersi preventivamente dal rischio di punture, ma è bene anche evitare che peggiorino.Il Dottor Andrea Garlant ci spiega come comportarci se ci dovessimo trovare difronte ad una puntura d’insetto per placarne i sintomi.E ricordiamo che nei casi più gravi, ossia nei soggetti più sensibili, potrebbe scatenarsi un’improvvisa reazione allergica con shock anafilattico, caratterizzato da difficoltà respiratorie e da marcato abbassamento della pressione arteriosa, con prurito e orticaria generalizzati. In questi casi è d’obbligo rivolgersi subito al medico.