Alimentazione sana anti-tumore: pochi grassi e carni

Ci sono alcuni alimenti che andrebbero consumati con cautela per evitare l’insorgenza di tumori. Anna Villarini dell’Istituto Tumori di Milano spiega per AIRC, quali sono le evidenze della ricerca in questo settore: carni rosse e conservate aumentano il rischio di insorgenza del cancro. In particolare, i salumi contengono spesso nitriti che provocano, all’interno dell’organismo, la formazione di nitrosammine, ossia sostanze cancerogene. E’ per questo che il loro consumo non dovrebbe mai superare i 500 grammi alla settimana. Persino i grassi sono correlati all’insorgenza di alcune patologie cronico degenerative, tra cui le malattie cardiovascolari e alcuni tipi di tumore come quello alla mammella e del colon. Gli acidi grassi trans, invece, prodotti a seguito della lavorazione di grassi vegetali insaturi, sono legati soprattutto al rischio cardiovascolare.