Lo zucchero fa davvero così male come dicono?

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

Spesso si legge che lo zucchero non sia un alimento salutare, poiché collegato a problemi come il diabete, la carie e l’obesità. Tuttavia, per molte persone non è possibile vivere senza e – anzi – forse per qualche nostro lettore potrebbe essere sorprendente sapere che un consumo moderato di zucchero ha anche diversi vantaggi.

In questa nostra guida cercheremo di esaminare prima di tutti i vantaggi che derivano dal consumo di zucchero, per occuparci poi di alcun curiosità che potrebbero essere fertile terreno di discussione con i vostri amici.

Un boost per i livelli di energia

Il primo vantaggio dello zucchero è il fatto che la sua scomposizione conduce alla produzione di glucosio, che è la fonte primaria di energia per l’organismo. Tenere a portata di mano frutta o latticini è il modo migliore per ottenere energia dallo zucchero naturale prontamente convertito in un vero e proprio boost energetico.

Aiuta a migliorare la capacità di pensiero

Fonti di zucchero come il cioccolato possono garantire una discreta fonte di antiossidanti che, insieme ai flavanoli del cacao, possono contribuire a migliorare le funzioni cognitive. Insomma, una tavoletta di cioccolato non solo è buona, ma è anche terribilmente benefica. A patto, naturalmente, di non esagerare con le dosi!

Rende felici

Sappiamo tutti che lo zucchero ci rende felici in quanto innesca una scarica di dopamina nel nostro cervello, utile per rallegrarci un po’. Quando siete depressi o tristi, provate a mangiare un brownie o ad aggiungere più zucchero alla vostra tisana: siamo certi che cambierà in positivo il vostro umore!

Serve a immagazzinare energia

Oltre ad essere un boost iniziale per l’energia, lo zucchero serve anche a immagazzinarla: dopo che il glucosio viene convertito in energia per l’uso immediato, infatti, il corpo ne mette da parte una quota come energia da riservare per il futuro e la rilascia quando siamo a digiuno o quando dormiamo in un processo chiamato glicogenesi.

zucchero
Photo by Pixabay

Abbiamo davvero bisogno dello zucchero?

A questo punto ci si può però anche domandare se davvero abbiamo bisogno dello zucchero per vivere e, dunque, se possiamo fare a meno dei benefici di cui sopra, rinunciando anche ai noti rischi di un eccesso di glucosio.

Ebbene, secondo un recente studio dell’American Heart Association, la risposta è sorprendente: il corpo non ha bisogno di zuccheri aggiunti per funzionare in modo sano!

Gli zuccheri presenti in natura contengono infatti una serie di sostanze nutritive di cui l’organismo ha bisogno per mantenersi in salute. Per esempio, oltre al fruttosio, la frutta contiene fibre e varie vitamine e minerali. La maggior parte degli alimenti e delle bevande che contengono zuccheri aggiunti, come il cioccolato e le bibite gassate, sono privi di questi nutrienti.

L’Institute of Medicine ha fissato a 130 grammi (g) la dose giornaliera di carboidrati raccomandata per gli adulti e i bambini a partire da 1 anno di età. Inoltre, consiglia che circa il 45-65% delle calorie assunte dagli adulti sia costituito da carboidrati. I carboidrati forniscono anche fibre e altri nutrienti all’organismo. Mangiare una varietà di frutta, verdura e latticini, tra le altre fonti di carboidrati, può essere un modo sano per raggiungere questi obiettivi giornalieri.

Quanto zucchero dobbiamo mangiare al giorno

Il Department of Health and Human Services raccomanda che una percentuale inferiore o uguale al 10% delle calorie giornaliere provenga da zuccheri aggiunti.

L’AHA ha anche raccomandato un’assunzione massima giornaliera di zuccheri aggiunti inferiore a 36 g, o 9 cucchiaini, per i maschi e inferiore a 25 g, o 6 cucchiaini, per le femmine. I bambini di età compresa tra i 2 e i 18 anni dovrebbero assumere meno di 25 g al giorno.

L’AHA sottolinea che le bevande zuccherate sono la principale fonte di zuccheri aggiunti e rappresentano il 47% degli zuccheri aggiunti in una dieta tipica. Anche gli snack e le caramelle contribuiscono in modo significativo all’assunzione di zucchero, rappresentando circa il 31% del totale degli zuccheri aggiunti nella dieta.

Effetti collaterali del consumo di troppo zucchero

Troppo zucchero può causare gravi problemi di salute. Può di fatto aumentare i livelli di glucosio nel sangue, causando potenzialmente diabete, malattie cardiache, cancro al colon, cancro al pancreas, pressione alta, colesterolo alto, malattia renale, malattie del fegato, danni alla retina, danni ai muscoli e ai nervi.

Livelli elevati di glucosio nel sangue possono anche causare problemi al cervello e aumentare il rischio di demenza, anche nelle persone senza diabete.

Un’eccessiva assunzione di zuccheri può anche causare carie, infiammazione, invecchiamento della pelle, sovralimentazione, aumento di peso e aumento del girovita, obesità.