Cos’è lo Yoga Riparativo? Come agisce e quali sono i vantaggi?

Yoga Riparativo

Articolo aggiornato il 21 Giugno 2024

Lo yoga restaurativo o riparativo è un’esperienza di rilassamento che si concentra sul rallentare e aprire il corpo attraverso lo stretching passivo. Partecipare a una classe di questa attività potrebbe significare muoversi appena, eseguendo solo alcune posture nell’arco di un’ora. Questa pratica è completamente diversa dalla maggior parte degli altri stili di yoga. Approfondiamo cosa caratterizza lo yoga riparativo e comprendiamo l’importanza di rallentare e abbracciare il potere del riposo.

Cos’é lo Yoga restaurativo?

Lo yoga restaurativo è adatto a praticanti di tutti i livelli. In termini semplici, è una pratica rilassante che coinvolge il mantenimento prolungato di pose yoga, note come asanas, utilizzando supporti come blocchi, coperte e cinture. Questa disciplina si concentra sul profondo rilassamento, enfatizzando l’aspetto meditativo dello yoga, ovvero l’unione tra corpo e mente. Grazie all’uso strategico di supporti, molte delle posture possono essere sostenute con minimo sforzo fisico, favorendo un’esperienza di profondo riposo.

Quando il corpo entra in uno stato di rilassamento, la mente può seguire, liberandosi consapevolmente dalle tensioni sia fisiche che mentali. Nella pratica dello yoga restaurativo, il tuo unico compito è concentrarti sul respiro e diventare consapevole delle sensazioni o dei pensieri che possono emergere. A differenza della tendenza predominante nello yoga occidentale, che spesso si orienta verso stili atletici, aerobici e acrobatici, lo yoga riparativo adotta un approccio diverso. Mentre gli stili più dinamici si concentrano sul coinvolgimento muscolare, lo yoga restaurativo mira al rilassamento muscolare utilizzando supporti per sostenere il corpo.

In alcune posture riparatrici, potrai anche godere di delicati allungamenti. Le pose di yoga riparativo sono mantenute per periodi più lunghi, variando da 5 a 20 minuti. Le lezioni di yoga riparativo sono generalmente tranquille e a bassa intensità, rendendole un complemento ideale per pratiche più dinamiche (e per le nostre vite sempre frenetiche), oltre a rappresentare un efficace antidoto allo stress. La quiete si rivela un potente strumento di pratica.

I vantaggi

Cosa Aspettarti da una Lezione di Yoga Riparativo
Cosa Aspettarti da una Lezione di Yoga Riparativo – TantaSalute.it

I benefici dello yoga riparativo sono in linea con quelli di altri stili di yoga, comprendendo:

  • Maggiore rilassamento

La respirazione profonda calma il sistema nervoso, promuovendo il rilassamento. Uno studio del 2014 suggerisce che lo yoga riparativo è particolarmente efficace nel favorire il rilassamento rispetto al normale allungamento passivo.

  • Miglior sonno

Il rilassamento aumenta le probabilità di un sonno riposante. Una meta-analisi del 2020 ha confermato che lo yoga, inclusa la forma riparativa, è un intervento efficace per migliorare la qualità del sonno.

Le pratiche di yoga, compreso lo yoga riparativo, sono generalmente associate a un miglioramento del benessere fisico e mentale.

  • Migliore umore

La ricerca indica che lo yoga può aiutare coloro che affrontano stress, ansia, depressione e altri disturbi dell’umore a gestire i sintomi.

  • Dolore ridotto

Studi dimostrano che diversi stili di yoga, tra cui lo yoga riparativo, sono interventi utili nella gestione del dolore muscolo-scheletrico.

L’utilizzo di attrezzi

L’utilizzo di attrezzi e supporti è una caratteristica chiave nello yoga riparatore, mirato a sostenere il corpo durante il mantenimento prolungato delle posizioni. Le posizioni spesso derivano da pose yoga supine o sedute, integrate con blocchi, cuscini e coperte per ridurre la tensione.

Per esempio, una flessione in avanti seduta (paschimottanasana) può trasformarsi in una posizione riparatrice posizionando un bolster o diverse coperte piegate sulle gambe. Questo fornisce un supporto completo alla flessione in avanti, consentendo al tuo torace di riposare completamente sugli oggetti di scena.

Un’altra posizione che potrebbe risultarti familiare è la posa della dea reclinata (supta baddha konasana), che può essere adattata in una posizione riparatrice posizionando un rinforzo nella parte posteriore del bacino per sostenere la colonna vertebrale. Le piante dei piedi possono essere unite delicatamente con l’aiuto di una coperta arrotolata.

Cosa aspettarti da una lezione di Yoga Riparativo

Quando partecipi a una lezione di yoga riparativo, sia che sia online o in presenza, preparati per un profondo rilassamento. L’insegnante ti indicherà gli oggetti di scena necessari per la classe, come coperte, cuscini o blocchi. È probabile che venga utilizzata musica ambientale dolce e che le luci vengano abbassate, specialmente se sei in uno studio di yoga. Questo ambiente tranquillo è progettato per favorire un’esperienza di rilassamento profondo, consentendoti di immergerti appieno nella pratica dello yoga riparativo.