Vivere più a lungo, in salute e con il cervello sempre lucido: ecco il segreto, lo dice la scienza

trucco vivere lungo
Come vivere più a lungo ed in salute (tantasalute.it)

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

Vivere a lungo e con il cervello sempre lucido ed attivo? Non è un sogno ma realtà. Gli scienziati hanno svelato il segreto.

Tutti sognano di poter vivere a lungo ed in salute. La terza età non fa più paura come ad un tempo, soprattutto perché oggi la prospettiva di vita si è allungata tantissimo. Ed è possibile attraversare la cosiddetta “vecchiaia” senza problematiche di sorta. Se fino a 50 anni fa infatti, le persone anziane sembravano essere “destinate” a convivere con patologie legate al trascorrere del tempo, oggi non è più così.

Gli anziani sono sempre più sprint, dinamici e desiderosi di fare nuove esperienze, compatibilmente con il proprio stato di salute. Certo, va da sé che le energie che possiede una persona di 20 anni non sono le stesse di un uomo o di una donna di 70, e negarlo significherebbe non accettare le regole della natura. Gli adulti dei nostri giorni, però, sono consci che nonostante le tante le difficoltà che possono incontrare, godersi la vita è sempre la cosa giusta.

Lanciarsi in attività che fanno bene alla salute ed all’umore, è un toccasana per il fisico e per la mente, contribuendo al benessere psicofisico. Ma queste da sole, non bastano. Di recente è stato infatti svelato il segreto per mantenere alte le funzionalità dei processi cognitivi.

Vivere più a lungo ed in salute è possibile, basta lavorare!

Milena Gabanelli ne ha parlato al Corriere della Sera del 15 maggio 2023,  rivelando perché ritardare il pensionamento scongiura il rischio che compaiano i sintomi del declino cognitivo.
segreto vivere a lungo
Milena Gabanelli, il servizio ha fatto il giro della rete. Credits: Instagram @dataroomgabanelli (tantasalute.it)

Lo studio è stato pubblicato nel 2015 sulle pagine di CDC Preventing Chronic Disease ed ha analizzato i partecipanti, tutti over 65, riscontrando che coloro che lavorano più a lungo, vivono meglio. E, soprattutto, hanno minori possibilità di contrarre il cancro o malattie cardiache.

Il risultato della ricerca ha evidenziato con chiarezza che i lavoratori che continuano a svolgere le professioni in età avanzata sono meno inclini alla depressione, alla comparsa di stati emozionali negativi e vissuti di ansia. Gli studiosi non hanno più dubbi dunque, per mantenere il cervello attivo è consigliato ritardare il pensionamento.
Al di là delle professioni particolarmente usuranti, coloro che sono vicini all’età della pensione dovrebbero fermarsi e riflettere a lungo prima decidere di lasciare in modo definitivo la professione. Si tratta di uno studio che ha fatto discutere, spaccando nettamente le opinioni degli italiani a metà. C’è infatti chi condivide pienamente gli esiti dello studio, mentre dall’altra chi non appoggia i risultati della ricerca.
Qui trovi tutte le offerte a prezzi bassi su Amazon