Vitamina D, così migliora la nostra salute mentale

La vitamina D apporta tanti benefici al nostro organismo, ma un recente studio si è concentrato sulla sua azione per la salute mentale: ecco cosa è emerso.

Vitamina D
Foto Unsplash | Fernando @cferdo

Prendersi cura della propria salute mentale è un obiettivo importante, quindi è bene cogliere tutti gli aiuti che possiamo trovare lungo il percorso. È il caso della vitamina D, una sostanza che assumiamo quotidianamente per i suoi benefici notevoli sull’organismo. Nuovi studi hanno rivelato quanto la sua azione sia fondamentale anche per il benessere psicologico.

Vitamina D e salute mentale, il legame

La vitamina D svolge davvero tantissime funzioni: la conosciamo soprattutto perché, favorendo l’assorbimento del calcio, rafforza ossa e denti. Ma è importante anche per la salute del cuore, per ridurre il rischio di tumori (soprattutto al seno e al colon-retto) e addirittura per migliorare il decorso del Covid. Insomma, questa sostanza è un vero e proprio alleato per il nostro benessere. Negli ultimi anni ci si è concentrati anche sui suoi benefici sul piano mentale, e sono emersi dati molto interessanti.

Qual è il legame tra la vitamina D e l’umore? Una recente revisione pubblicata su Clinics ha analizzato i risultati di decine di studi condotti in precedenza, mettendo in evidenza come questa sostanza sia strettamente correlata al benessere psicologico. In particolare, sembra che bassi livelli della vitamina possano generare sintomi depressivi. Ciò potrebbe accadere perché a causa di una sua carenza verrebbero meno i suoi effetti neuroprotettivi (come l’inibizione delle citochine infiammatorie).

Inoltre un’ampia ricerca condotta nei Paesi Bassi ha evidenziato una possibile associazione tra la vitamina D e la depressione, individuando i sintomi più gravi della malattia in coloro che avevano i livelli più bassi di questa sostanza nell’organismo. I meccanismi alla base della possibile efficacia della vitamina per la salute mentale non sono ancora chiari. Tra le ipotesi, spicca quella dell’azione ormonale. È nota infatti la sua funzione nella regolazione della melatonina e della serotonina, entrambi importantissimi per l’umore e per il benessere psicologico.

L’evidenza di effetti benefici della vitamina D su depressione, ansia e stress si è rivelata tanto più vera nei soggetti più giovani, mentre in età avanzata la correlazione è risultata meno chiara. Tutto ciò potrebbe portare ad un nuovo modo di trattare la malattia mentale, così come ad un’arma in più per prevenire disturbi psicologici.