Vertigini, scoperti due esercizi per combattere l’ipotensione ortostatica

Quando ti alzi in piedi provi un repentino senso di vertigini? Potrebbe trattarsi di ipotensione ortostatica: ecco due esercizi utili per combatterla.

Uomo che si tiene la testa
Foto Freepik | cookie_studio

La fastidiosissima sensazione di avere le vertigini quando ci si alza in piedi troppo rapidamente è molto comune. Tuttavia, ci sono alcune persone che la sperimentano tutte le volte che, dalla posizione sdraiata (o seduta), passa a quella eretta. Si tratta di un disturbo che può avere anche complicazioni piuttosto serie. Contro l’ipotensione ortostatica – questo il nome della condizione qui accennata – ci sono farmaci molto utili. Tuttavia, gli scienziati hanno scoperto due semplicissimi esercizi da praticare per dire addio alle vertigini.

Esercizi contro le vertigini

L’ipotensione ortostatica è un disturbo del sistema cardiocircolatorio, che si manifesta nel momento in cui si passa dalla posizione supina a quella eretta. In questo frangente, si ha una improvvisa ed eccessiva riduzione della pressione arteriosa e una conseguente diminuzione del flusso sanguigno al cervello. Ciò porta alla comparsa di fastidiosi sintomi. I più comuni sono vertigini, debolezza, confusione e offuscamento della vista, che insorgono entro tre minuti da quando ci si alza in piedi. Nei casi più severi, chi soffre di questo problema può avere una sincope o addirittura delle convulsioni.

È chiaro dunque quanto sia importante trovare un modo per combattere l’ipotensione ortostatica. Esistono diversi farmaci che aiutano a tenere sotto controllo i sintomi, inoltre è opportuno adottare alcune buone abitudini che possono contrastare questa condizione. Di recente, tuttavia, alcuni scienziati hanno scoperto che con due semplici esercizi è possibile ridurre la sensazione di vertigini. La ricerca, condotta dall’Università di Calgary (in Canada), è stata pubblicata su Heart Rhythm.

Gli studiosi hanno coinvolto 22 giovani donne che soffrono di ipotensione ortostatica. Monitorando la loro frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, hanno chiesto alle partecipanti di compiere due esercizi prima di alzarsi dalla posizione seduta. Il primo consiste nel sollevare ripetutamente le ginocchia per 30 secondi, mentre il secondo nell’incrociare le gambe per 30 secondi subito dopo essersi messi in posizione eretta. I risultati hanno evidenziato notevoli miglioramenti. E quasi tutte le partecipanti hanno riferito di non aver provato vertigini (o di averle provate solamente in misura ridotta).