Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

Buone notizie per il nostro Paese e per la lotta alla variante Delta di Covid-19. Secondo quanto comunicato da Johnson & Johnson, il suo vaccino sarebbe efficace contro questa forma di Coronavirus. L’azienda americana ha spiegato che, attraverso il suo vaccino, il soggetto sviluppa “un’attività anticorpale neutralizzante contro la variante Delta”. Inoltre, sempre secondo quanto comunicato dall’azienda, il vaccino avrebbe un livello di attività anticorpale ancora più alto di quello osservato per la variante Beta in Sudafrica.

La protezione con il vaccino Johnson & Johnson dura almeno 8 mesi

Le informazioni sull’efficacia del vaccino Johnson & Johnson sulla variante Delta sono state pubblicate dall’azienda, che ha annunciato una pre-pubblicazione andata online oggi, venerdì 2 luglio, dall’azienda americana sulla piattaforma pre-print “bioRxiv”. Questa sarebbe relativa ad una “nuova analisi di campioni di sangue ottenuti da un sottoinsieme di partecipanti allo studio Ensemble di fase 3”.

La domanda più importante, una volta aver appurato che il vaccino dell’azienda farmaceutica americana è efficace contro la variante Delta, è: quanto dura la protezione? Secondo i dati pubblicati dall’azienda, il vaccino anti Covid monodose Janssen copre dalla possibilità di infezione da Covid-19 per almeno 8 mesi.

“I dati mostrano che le risposte delle cellule T, comprese quelle CD8+ che riconoscono e distruggono le cellule infette, sono persistenti nell’arco degli 8 mesi esaminati”. A spiegarlo è proprio l’azienda americana. “I dati attuali arrivano finora a 8 mesi di osservazione e mostrano che il vaccino a dose singola di J&J contro Covid-19 genere una forte risposta anticorpale neutralizzante che non diminuisce nel tempo”. Anzi, secondo quanto spiegato da Mathai Mammen, Global Head, Janssen Research & Development J&J, si osserva un incremento della risposta, particolarmente persistente, robusta e duratura.

Mammen ha poi spiegato: “Con ogni nuovo set di dati rafforziamo la base di evidenze che dimostrano che il nostro vaccino a dose singola contro Covid-19 gioca un ruolo fondamentale per poter porre fine alla pandemia, che continua a evolversi e a lanciare nuove sfide alla salute globale”.