Tonsille criptiche: sintomi, cura e rimedi

Le tonsille criptiche si manifestano con sintomi come mal di gola e alitosi

tonsille criptiche sintomi cura rimedi

Articolo aggiornato il 24 Ottobre 2023

Le tonsille sono una parte importante del sistema immunitario del corpo umano, ma possono anche diventare la causa di problemi e sintomi fastidiosi. Uno di questi problemi è rappresentato dalle tonsille criptiche. Queste ultime, chiamate anche tonsille bucate, sono una condizione in cui le tonsille presentano delle piccole cavità o fessure superficiali, chiamate cripte. Queste cripte possono accumulare detriti, come pezzi di cibo, cellule morte e batteri, creando un ambiente favorevole alla formazione di placche o calcoli tonsillari.

Tonsille criptiche: quali sono i sintomi, la cura e i rimedi? Le tonsille svolgono un’importante funzione immunitaria, che consiste nel filtrare i germi che entrano nel corpo attraverso il naso e la bocca. Il problema è quando le loro pieghe trattengono delle particelle di cibo e i batteri morti, determinando una vera e propria infezione: in questi casi si incorre nella tonsillite criptica cronica. I sintomi caratteristici sono quelli di una costante infiammazione, anche se non sempre ricorre il mal di gola. Se avvertiamo qualche disturbo, è sempre bene sottoporsi ad una visita medica, perché potremmo risolvere la patologia anche con i farmaci adatti. In alcuni casi le tonsille vanno tolte, specialmente quando sono ipertrofiche. Molto importanti sono anche i rimedi naturali, per alleviare l’irritazione.

Tonsille criptiche - Foto di Gustavo Fring/ Pexels.com
Tonsille criptiche – Foto di Gustavo Fring/ Pexels.com

Le cause delle tonsille criptiche

Le tonsille criptiche sono principalmente causate dalla struttura anatomica delle tonsille stesse. Tuttavia, alcune delle cause che contribuiscono a questo problema includono:

  • Anatomia delle tonsille: La struttura e la forma delle tonsille variano da persona a persona. Alcune, infatti, possono avere cripte più profonde o più grandi, che aumentano la probabilità di accumulo di detriti e la formazione di calcoli tonsillari.
  • Infezioni ricorrenti: Le infezioni frequenti possono portare all’infiammazione delle tonsille e alla formazione di cripte più profonde. L’infiammazione cronica favorisce l’accumulo di detriti nelle cripte.
  • Igiene orale scarsa: Anche l’igiene orale scarsa può contribuire alla formazione di calcoli tonsillari. Per questo se non si lavano i denti regolarmente e non si utilizza il filo interdentale c’è un rischio maggiore che i detriti si accumulino nelle cripte delle tonsille.
  • Dieta: Una dieta ricca di cibi solidi può contribuire all’accumulo di detriti nelle cripte tonsillari.
  • Fumo: Il tabacco può irritare le tonsille e contribuire all’infiammazione, favorendo la formazione di calcoli tonsillari.
  • Genetica: Purtroppo alcuni individui potrebbero avere una predisposizione genetica alla formazione di tonsille criptiche.
  • Età: Le tonsille criptiche sono molto più comuni nei bambini e negli adolescenti, ma la verità è che possono manifestarsi anche in età adulta.

Una cosa è certa, è importante notare che le tonsille criptiche di per sé non sono di certo contagiose e quindi non rappresentano una malattia infettiva. Tuttavia, le tonsille criptiche possono manifestare una serie di sintomi fastidiosi e quindi richiedere un’adeguata gestione e igiene orale per prevenire eventuali complicazioni. Se sospettate di avere tonsille criptiche è meglio consultare un medico professionista per una valutazione e una diagnosi più accurata.

Le cause delle tonsille - Foto di Picas Joe/ Pexels.com
Le cause delle tonsille – Foto di Picas Joe/ Pexels.com

I sintomi delle tonsille criptiche

I sintomi delle tonsille criptiche sono caratteristici. Quello più evidente è sicuramente il mal di gola, anche se questo non rientra sempre nello specifico quadro sintomatologico. Spesso il soggetto può avvertire un alito cattivo a causa dei residui di cibo e dei batteri, che rimangono intrappolati nelle tonsille. Inoltre, ad un’osservazione attenta, si notano dei frammenti bianchi, i quali svolgono un ruolo da non sottovalutare nell’aumentare l’irritazione della gola. Il quadro dei sintomi in generale è quello di un’infiammazione della gola, che è causata dall’infezione. Una delle conseguenze maggiori è rappresentata dall’alitosi, da affrontare anche con i rimedi naturali più efficaci, visto che non può essere risolta con i consueti metodi di pulizia rientranti nella comune igiene orale.

Non è tutto, la presenza di calcoli tonsillari può rendere dolorosa o difficile la deglutizione. Alcune persone con tonsille criptiche possono avvertire una sensazione di avere un corpo estraneo in gola, a causa della presenza dei calcoli tonsillari.

Come affrontare le tonsille criptiche

La cura delle tonsille criptiche deve essere decisa dietro un attento consulto medico. Soltanto in questo modo si può decidere se è il caso di utilizzare un antibiotico, con l’obiettivo di alleviare l’infiammazione e quindi dare la possibilità alle tonsille di guarire. Spesso, comunque, questo non si rivela un trattamento efficace, perché la tonsillite criptica si manifesta soprattutto quando le tonsille sono troppo rugose e per questo tendono ad intrappolare molti batteri. In alcuni casi l’unica soluzione, per eliminare definitivamente il problema, consiste nel rimuovere le tonsille stesse. A questo rimedio si deve pensare soprattutto quando le tonsille sono ipertrofiche.

Se si soffre di tonsille criptiche e dei sintomi associati ad esse, ci sono diverse misure da prendere in considerazione per affrontare la situazione. In primis una buona igiene orale è fondamentale per prevenire la formazione di calcoli tonsillari. Lavare i denti regolarmente e utilizzare il filo interdentale può aiutare a rimuovere i detriti che si accumulano nelle cripte delle tonsille. Gli sciacqui con acqua salata aiutano ad alleviare il mal di gola e ridurre l’infiammazione delle tonsille.

In alcuni casi, i calcoli tonsillari possono essere rimossi dal medico o dal dentista. Questo aiuta sicuramente ad alleviare i sintomi. In situazioni più gravi, invece, il medico può raccomandare cure più specifiche, come antibiotici o, in casi estremi, la rimozione delle tonsille. 

I rimedi

Prendendo in considerazione i rimedi per le tonsille criptiche, non dobbiamo dimenticare di abbandonare alcune abitudini che possono essere dannose, come per esempio quella del fumo. Ma come pulire le tonsille? Esistono anche dei validi rimedi naturali. Ad esempio, può essere d’aiuto effettuare dei gargarismi con l’aceto, che disinfetta la parte colpita. Dopo i pasti si può utilizzare una siringa privata del suo ago, per spruzzare direttamente dell’acqua nella parte della gola infiammata. Inoltre una certa attenzione deve essere prestata all’alimentazione. Bisognerebbe in questo senso ridurre il consumo di latticini, che sono alla base della formazione dell’alito cattivo. In generale sarebbe opportuno eseguire una dieta leggera e in grado di stimolare la purificazione dell’organismo.

In ogni caso, è importante monitorare i sintomi e consultare un medico quando i sintomi peggiorano o persistono per un lungo periodo.

I rimedi delle tonsille - Foto di Pavel Danilyuk/ Pexels.com
I rimedi delle tonsille – Foto di Pavel Danilyuk/ Pexels.com

Come capire se si devono togliere le tonsille?

La decisione di rimuovere le tonsille non è da prendere con leggerezza e dovrebbe essere basata su una diagnosi medica approfondita. Ci sono alcune situazioni e sintomi che potrebbero indicare la necessità di rimuovere le tonsille, ma la decisione finale spetta ovviamente al medico. Ecco quando prendere in considerazione la rimozione delle tonsille:

  • Infezioni tonsillari ricorrenti: Se si verificano frequenti infezioni tonsillari che non rispondono ai vari trattamenti, il medico potrebbe consigliare un intervento (la tonsillectomia) come opzione per ridurre l’incidenza delle infezioni.
  • Infezioni gravi: Se si verificano infezioni gravi o persistenti, con sintomi tipo febbre alta, difficoltà deglutizione e gonfiore estremo delle tonsille, il medico potrebbe raccomandare la rimozione.
  • Problemi respiratori: Le tonsille ingrossate possono ostruire le vie aeree e causare problemi respiratori, in particolari nei bambini.
  • Tumori o altri problemi gravi: In casi rari, la presenza di tumori o altre patologie gravi nelle tonsille può richiedere la tonsillectomia.
  • Calcoli tonsillari frequenti: Se si verificano calcoli tonsillari frequenti che causano sintomi fastidiosi e spiacevoli, come l’alito cattivo, il medico anche in questo caso potrebbe considerare la rimozione delle tonsille come opzione.

La decisione di rimuovere le tonsille è basata su una valutazione medica completa, in modo da capire la gravità dei sintomi, della frequenza delle infezioni o dei problemi e del rischio complessivo del paziente. La tonsillectomia comunque è un intervento chirurgico che comporta alcuni rischi, per questo deve essere considerato con attenzione.

Cosa sono le pietre delle tonsille?

Le pietre delle tonsille, conosciute anche come calcoli tonsillari o tonsilliti, sono delle piccole formazioni di materiale calcareo o detriti che si accumulano nelle cripte delle tonsille. Queste cripte sono delle piccole fessure superficiali che si trovano sulla superficie delle tonsille. Le pietre delle tonsille sono costituite da una miscela di cellule morte, batteri, particelle alimentari e altre sostanza organiche, che possono solidificarsi nel corso del tempo.

Le pietre delle tonsille possono variare in dimensioni e spesso appaiono come piccoli punti bianchi o di colore giallastro all’interno delle cripte tonsillari. Queste sono una delle cause più comuni di alito cattivo persistente, poiché i batteri presenti all’interno delle pietre possono produrre gas che emana un cattivo odore. Nonostante le pietre delle tonsille non siano dannose, possono causare sintomi fastidiosi, tra cui mal di gola, deglutizione e alito cattivo. In alcuni casi, le pietre delle tonsille possono essere rimosse manualmente da un medico o un dentista. In ogni caso, è importante mantenere una buona igiene orale e prendere misure per prevenire la formazione di nuovo pietre.

Conclusioni

Concludendo, le tonsille criptiche possono essere abbastanza fastidiose, ma esistono diversi modi per affrontare questo problema. Mantenere una buona igiene orale e consultare un medico professionista quando necessario sono passi importanti per affrontare i sintomi e prevenire complicazioni. La prevenzione è importantissima e da non sottovalutare.