Terribile ritorno delle malattie che si pensava non esistessero più: vediamone 6 pericolose

Virus e batteri che sembravano scomparsi e sconfitti, grazie anche alle campagne di vaccinazioni a livello mondiale, sembrano aver fatto di nuovo capolino nella nostra vita, mettendo in allarme medici e popolazione. Scopriamo i dettagli.

Medici con protezioni e malato con respiratore
Foto Unsplash | Mufid Majunin

Mentre il Covid-19 è stato ed è un un virus nuovo, contro il quale combattere e che può colpire anche l’apparato gastrointestinale, ci sono altri virus e batteri che sembravano invece scomparsi e sconfitti, grazie anche alle campagne di vaccinazioni a livello mondiale.

E invece c’è un pericolosissimo ritorno di almeno sei malattie che si pensava non esistessero più e che sono molto più pericolose del Covid. Scendiamo nei dettagli.

Il ritorno di 6 pericolose malattie dal passato

Come mai nonostante il Covid, il lockdown e il distanziamento, stanno tornando malattie storiche che si pensava fossero eradicate? C’è davvero da preoccuparsi.

La prima malattia tornata prepotentemente è la gotta. Secondo gli esperti questa malattia è tornata a causa dei troppi alimenti take away che si sono consumati durante i lockdown.

Le altre malattie a cui prestare attenzione sono: meningite, morbillo, parotite e rosolia. Tanto è vero che in Gran Bretagna il governo sta raccomandando agli studenti universitari di vaccinarsi prima di tornare a lezione.

I sintomi di queste malattie

La gotta colpisce coloro che esagerano con cibi ricchi e grassi e alcol, con forti e improvvisi dolori articolari; stomaco dilatato, costipazione, propensione a raffreddori e a polmoniti.

Anche i casi di tubercolosi, che possono essere letali, sono aumentati del 7% nell’ultimo anno. Si trasmette attraverso le goccioline d’acqua della tosse, colpisce i polmoni. I sintomi sono tosse secca e a volte sanguinolenta, dimagrimento, febbre, affaticamento.

La scarlattina, che colpisce maggiormente i bambini, si tratta con gli antibiotici, ma se non dovesse essere trattata potrebbe portare a complicazioni.  I sintomi sono mal di gola, febbre, gote rosse e il classico aspetto della lingua a fragola.

La più grave è sicuramente la poliomielite, tornata dopo 40 anni, in Gran Bretagna.

Lo scorbuto porta a mancanza di energia, lividi, dolori articolari e gengive sanguinanti.

Il rachitismo, che di solito colpisce i bambini e il loro sviluppo osseo.

Parotite, morbillo e rosolia anche stanno aumentando, nonostante tra i vaccini obbligatori, in Italia, ci sia quello trivalente contro queste malattie.

Purtroppo è calato il numero di bambini che hanno ricevuto questo vaccino ecco perché ci sono preoccupazioni che questo possa portare al ritorno di malattie mortali.