Smartphone, attenzione a caricarlo di notte: è un errore comune che provoca grandi rischi

ricaricare cellulare errore
Perché evitare di ricaricare il cellulare durante la notte – tantasalute.it

Articolo aggiornato il 20 Agosto 2023

Siete soliti caricare il vostro dispositivo durante le notte? Non dovreste più farlo: ecco tutti i motivi che vi faranno cambiare idea.

Sapevate che ci vuole circa un’ora e mezza per ricaricare il proprio cellulare? Un intervallo di tempo piuttosto lungo, che spinge milioni di persone a preferire di caricare il proprio dispositivo durante la notte. D’altra parte, siamo così dipendenti dalla tecnologia che non riusciamo a rimanerne senza nel corso della giornata.

Anche se è innegabile la comodità, visto che appena ci si sveglia si ha la possibilità di trovare il telefono completamente carico, quando lo metteremo nuovamente a caricare, se lo si lascia collegato e in carica per 8 ore significa utilizzerete 6,5 ore di energia extra che possono essere impiegate per altro. Un aspetto al quale non tutti prestano molta attenzione, ma che ha delle conseguenze inevitabili. Infatti alla fine del mese ci si riduce a spendere più del necessario. Le ‘brutte’ sorprese, però, non finiscono qui. Oltre ad un consumo eccessivo, vi sono anche altre conseguenze disastrose che sarebbe meglio evitare. Quali sono? Scopriamole insieme.

Perché evitare di caricare il cellulare durante la notte

Oltre ad uno spreco di denaro ed energia, lasciare il dispositivo collegato alla presa quando è completamente carico può ridurre la durata della batteria. Ciò significa che quest’ultima non sarà più in grado di mantenere la carica, o non riuscirà a mantenerla come prima. Ma ci sono diversi accorgimenti che potreste adottare per evitare tutto ciò.

ricaricare telefono notte rischi
Quali sono i rischi se si carica il telefono di notte – tantasalute.it

Invece di mettere lo smartphone in carica durante la notte, una delle azioni più semplici che possiate fare è di optare per una carica diurna. Se vi trovate al lavoro e utilizzato il pc, basta semplicemente portarsi appresso il cavo e ricaricarlo collegandolo al computer. Quando siete in casa, basta fare la stessa cosa con il pc.

Anche se ovviamente verrà consumata energia, sarà molta meno rispetto a quella utilizzata nel corso di un’intera nottata. In questo modo avrete la possibilità di toglierlo dal caricatore non appena lo smartphone finisce di caricarsi, contribuendo a prolungarne la batteria. Un’altra abitudine che si può adottare è quella di procedere alla ricarica appena svegli. Così facendo, quando si esce di casa avrete una carica sufficiente, in grado possibilmente di durare tutto il giorno.

Se proprio non potete fare a meno di procedere ad una carica notturna, allora vi consigliamo di acquistare un timer di ricarica del cellulare che si collega alla parete. Basta attivare il timer e il dispositivo smetterà di assorbire energia dopo la durata impostata. Però, se siete delle persone particolarmente rispettose dell’ambiente, siete coscienti del fatto che questo gadget ha richiesto risorse ed energia per essere prodotto, quindi personalmente vi suggeriamo di ricaricare il cellulare durante la giornata. E’ un piccolo sforzo che possiamo cominciare a fare, che dite?

Qui trovi tutte le offerte a prezzi bassi su Amazon