Cefalea

Sintomi

Tra i sintomi della cefalea più comuni vi è sicuramente il mal di testa, un dolore anche molto forte che si irradia dal cranio fino alla zona cervicale e alle spalle. Le crisi dolorose della cefalea possono essere sporadiche oppure manifestarsi per un periodo piuttosto lungo, fino anche a 15 giorni: in tal caso, si parlerà di cefalee croniche. Oltre al dolore alla testa, che comunque rappresenta sempre la prima spia di cefalea, la sintomatologia associata è molto varia e può comprendere anche sensibilità alla luce, mal di denti, febbre, formicolio alla testa e capogiri.

Questa pagina contiene:

Sintomi di cefalea comuni

In base alle cause scatenanti di questo disturbo, la cefalea può essere di tipo primario o secondario (quando è a sé stante oppure quando è essa stessa sintomo di un’altra patologia); esistono però dei sintomi associabili a tutte le tipologie di cefalee, e sono:

Nonostante questi siano i sintomi più comuni, in base alla tipologia di cefalea si può individuare una sintomatologia specifica in base al tipo di cefalea che ha colpito il paziente.

Sintomi della cefalea tensiva

La cefalea tensiva fa parte delle cefalee primarie, e trova tra le sue cause stress, ansia e tensione (come rivela il nome stesso) alla muscolatura dolente coinvolta. Normalmente la cefalea muscolo-tensiva si accompagna a dolore bilaterale di tipo costrittivo: si avverte, cioè, una forte pressione nella regione frontale o occipitale che causa ciò che viene comunemente chiamato “cerchio alla testa”.

A questo mal di testa si possono accompagnare altri sintomi, come capogiri, rigidità nella zona della nuca, vomito e fotofobia. Nonostante l’entità del dolore sia, di norma, alta, questa tipologia di cefalea non ha gravi esiti e tende a scomparire da sola all’eliminazione del fattore scatenante. Ad esempio, nella maggior parte dei casi, occorre semplicemente modificare la propria postura o fare della leggera attività fisica per veder scomparire il dolore.

Sintomi della cefalea a grappolo

Diversamente da quella tensiva, la cefalea a grappolo non si presenta su entrambi i lati della testa, bensì unilateralmente. Si tratta sempre di una cefalea di tipo primario il cui mal di testa appare forte e invalidante, di tipo trafittivo, come se giungesse a “ondate” a intervalli di tempo piuttosto brevi e ravvicinati. Il dolore, pertanto, si presenta in maniera ciclica e si localizza spesso nella sede orbitale e dello zigomo e si può irradiare, in maniera più o meno intensa, anche alla mandibola, al naso e al mento. Diversamente dalla cefalea muscolo-tensiva, quella a grappolo non si accompagna se non in modo estremamente raro a nausea e vomito; la sintomatologia associata, infatti, riguarda più problemi alla vista come lacrimazione incontrollata, congiuntivite, rossore al volto e gonfiore e abbassamento della palpebra.

Sintomi dell’emicrania

I sintomi dell’emicrania possono essere associati anche a fattori di natura ereditaria o ormonale e, solitamente, si manifestano con forti dolori cranici di natura bi- o unilaterale accompagnati da nausea, vomito, fotofobia, alterazione del gusto e della visione. La sintomatologia dell’emicrania tende ad aggravarsi con l’attività fisica e a risultare anche invalidante per le normali attività quotidiane, poiché nei casi più gravi dura anche diversi giorni. Il mal di testa da emicrania è pulsante e intenso e può essere preceduto dai tipici sintomi dell’aura, ovvero flash abbaglianti e formicolio a mani e piedi.

Sintomi della nevralgia del trigemino

La nevralgia del trigemino è una manifestazione di cefalea primaria abbastanza rara, che ha come sintomo principale un dolore improvviso e lancinante di breve durata (1 o 2 minuti al massimo) al volto, in una o più zone; questo dolore viene descritto come una sorta di scossa elettrica. Altri sintomi associati a questa nevralgia sono il formicolio intenso o una sensazione di intorpidimento al viso.

Sintomi delle cefalee secondarie

Le cefalee secondarie sono il risultato di infezioni di vario genere, ad esempio sinusite, malformazioni vascolari, glaucoma, deficit neurologici. Pertanto la sintomatologia associata alla cefalea di tipo secondario è sempre da ricercare nella causa scatenante, cui il mal di testa è solo uno dei sintomi della patologia sottostante.