Sei irritabile? Con questi 5 consigli diventerai più rilassato

L'irritabilità compromette il nostro benessere e mette a dura prova anche il nostro ambiente familiare, sociale e lavorativo. Scopriamo quali sono le cause dell'irritabilità e come contrastarla, per evitare di reagire in modo esagerato agli stimoli ambientali.

Ragazzo arrabbiato con mano tra i denti
Foto Unsplash | Sander Sammy

L’irritabilità compromette il nostro benessere e mette a dura prova anche il nostro ambiente familiare, sociale e lavorativo. Scopriamo quali sono le cause dell’irritabilità e come contrastarla, per evitare di reagire in modo esagerato agli stimoli ambientali.

Quando siamo infastiditi rapidamente da rumori o interazioni interpersonali, il motivo risiede nel nostro cervello. Assorbiamo gli stimoli attraverso i nostri organi di senso, che sono condotti al cervello dalle fibre nervose, il cervello poi elabora gli stimoli.

Tuttavia, se i nervi sono sovraccaricati da troppi stimoli, possiamo reagire in modo più irritabile e talvolta aggressivo.

Quali sono le probabili cause dell’irritabilità?

Le cause dell’irritabilità sono varie, vediamone alcune:

  • disturbi del sonno e stanchezza cronica;
  • sovraccarico di lavoro e responsabilità familiari;
  • esaurimento nervoso;
  • mal di testa cronico.

I possibili stimoli ambientali e sociali che possono portare all’irritabilità includono:

  • cambiamenti repentini del meteo;
  • problemi di relazioni interpersonali;
  • forte consumo di nicotina e caffè;
  • cambiamenti ormonali (menopausa);
  • rumori persistenti.

L’irritabilità può nascondere anche malattie gravi

L’irritabilità può anche nascondere malattie gravi. Se si manifesta insieme ad altri sintomi (come ansia, dolore o stanchezza), può essere anche il primo segno di depressione reattiva.

Se ritieni che la tua natura irritabile stia aumentando sempre di più, che non riesci a controllarla da solo o che si manifesti insieme ad altri sintomi per un periodo di tempo più lungo, dovresti quindi consultare un medico.

5 consigli contro l’irritabilità

Il primo consiglio è stabilire una solida routine del sonno. Quando siamo stressati, spesso abbiamo anche problemi a dormire e questo ci lascia stanchi ed esausti durante il giorno. Per evitare ciò assicurati di andare a letto e di svegliarti presto più o meno alla stessa ora.

Il secondo consiglio è: trascorri il tuo tempo libero facendo cose che ti rilassano e ti divertono. Ad esempio, puoi fare una passeggiata, leggere, cucinare o fare giochi da tavolo o di carte con la tua famiglia o i tuoi coinquilini.

Il terzo consiglio è evitare le luci intense e soprattutto gli schermi la sera. La luce blu di laptop, televisori, smartphone e altri dispositivi inibisce il rilascio dell’ormone del sonno melatonina e quindi ci impedisce di dormire.

Il quarto consiglio è utilizzare la mindfulness per una maggiore serenità. Mindfulness significa restare nel qui ed ora e non preoccuparsi per il futuro.

Il quinto consiglio è utilizzare forme di meditazione, lo yoga e altre pratiche di consapevolezza. Esercizi e pratiche di rilassamento possono anche prevenire e contrastare l’irritabilità. Questi includono, ad esempio, esercizi di respirazione, massaggi o metodi psicologici specifici come il training autogeno.