Scoliosi infantile: nuova tecnica, mini invasività e maxi efficacia

Una nuova tecnica, mininvasiva e molto efficace, apre nuove speranze di guarigione e di una migliore qualità di vita per i piccoli con scoliosi infantile

scoliosi infantile, nuova tecnica mininvasiva

Articolo aggiornato il 26 Luglio 2011

scoliosi infantile, nuova tecnica mininvasiva Una nuova tecnica chirurgica mini invasiva, per combattere la scoliosi infantile: è tutto questo e molto altro la metodica di ultimissima generazione adottata dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che promette ai piccoli pazienti una guarigione più veloce, meno dolorosa e con un iter meno impegnativo di interventi e ricoveri.

Nuove speranze, grazie alla metodica mini-invasiva per i bimbi che soffrono di questa grave e aggressiva patologia: le tradizionali 10-15 operazioni necessarie sin dai primi anni di vita per correggere la curva della colonna vertebrale vengono infatti sostituite da un unico intervento che si esegue intorno ai 2 anni e mezzo d’età del piccolo.
 
Consiste nell’impianto di alcune barre di titanio lungo la colonna vertebrale che, a differenza della tecnica consueta, si allungano magneticamente con un meccanismo telecomandato dall’esterno, in modo indolore, senza ricovero né operazione e seguendo naturalmente l’iter di crescita del bambino.