Saturimetro: come utilizzarlo, quale scegliere e gli errori da evitare

Con la pandemia da Covid, variante Delta o Omicron non cambia, il saturimetro è diventato tra gli oggetti più utilizzati per scoprire se si è affetti dal virus. Questo piccolo strumento ad uso domestico serve per misurare la saturazione dell’ossigeno nel sangue. I valori normali vanno da 94/94 a 100. In questo approfondimento vedremo come usarlo al meglio. 

Illustrazione di donna che si misura con il saturimetro
Foto Shutterstock | Julia kutsaeva

Con la pandemia da Covid, variante Delta o Omicron non cambia, il saturimetro è diventato tra gli oggetti più utilizzati per scoprire se si è affetti dal virus.

Questo piccolo strumento ad uso domestico serve per misurare la saturazione dell’ossigeno nel sangue. I valori normali vanno da 94/94 a 100. In questo approfondimento vedremo come usarlo al meglio.

Le indicazioni del Ministero della Salute per il saturimetro

Ragazzo che misura il saturimetro sul divano
Foto Shutterstock | Prostock Studio

Il ministero della salute durante la pandemia ha stilato un elenco di consigli per utilizzare al meglio questo strumento per utilizzarlo al meglio a casa.

Prima di tutto ribadiamo che il saturimetro mostra un valore in percentuale. Come spiegato dal ministero, nei pazienti sani, non fumatori e adulti, è considerata nella norma una saturazione superiore al 95%.

Dopo i 70 anni, la capacità di saturazione dell’ossigeno nel sangue si può ridurre e toccare valori inferiori al 95%. Questo, soprattutto, nei casi di soggetti con patologie cardiovascolari o polmonari.

Non tutti i saturimetri danno una misurazione corretta, ecco perché lo stesso Ministero mette in conto un margine di errore del 4%. È stata fissata dunque una soglia di sicurezza per gli ammalati a casa, ovvero il 92%.

Come scegliere il saturimetro giusto

È necessario acquistare un buon saturimetro, portatile e abbastanza preciso, idoneo sia per adulti che per bambini. Inoltre è importante che misuri sia l’ossigenazione del sangue che i battiti cardiaci. Questo strumento è essenziale nella cura del Covid.

Il saturimetro deve avere la marcatura CE come dispositivo medico ai sensi della normativa vigente e deve avere una classe di rischio non inferiore a IIA.

Dal Ministero spiegano di scegliere uno strumento con display integrato per poter avere una visualizzazione chiara e semplice dei parametri rilevati, facilmente sanificabile e, possibilmente, ricaricabile.

Per avere una misurazione precisa e non falsata, il saturimetro deve essere posto su unghie pulite e prive di smalto o di unghie finte. Le mani non devono essere fredde, ma tiepide. Il freddo, infatti, provoca un afflusso di sangue minore e quindi la percentuale evidenziata dallo strumento sarebbe falsata. Inoltre, occorre rimanere fermi durante la misurazione, possibilmente seduti e con la mano poggiata su una base orizzontale.