Sangue dall'orecchio: possibili cause e rimedi

sangue dall orecchio possibili cause rimedi

sangue dall orecchio possibili cause rimedi

Sangue dall’orecchio: quali le possibili cause e i rimedi? La fuoriuscita di sangue dall’orecchio è una condizione che può essere definita in certi casi patologica. Può verificarsi per motivi vari che interessano la struttura dell’organo uditivo oppure, più in generale, coinvolgono tutta la scatola cranica. A seconda dell’evento che determina la fuoriuscita del sangue si possono avere dei sintomi correlati, che consistono soprattutto nella presenza di pus, cerume e di altri liquidi.

Continua a leggere
Continua a leggere

Sintomi

Il sangue dall’orecchio può accompagnarsi a dei sintomi correlati. Non sempre si caratterizza per la presenza di dolore, ma può essere associato ad altri segnali:

  • acufeni,
  • prurito,
  • vertigini,
  • riduzione della capacità uditiva,
  • mal di gola,
  • mal di testa,
  • nausea e vomito,
  • fuoriuscita di sangue dal naso,
  • cambiamento di dimensione della pupilla,
  • perdita di coscienza.

Cause

A volte l’otorragia, termine medico con cui si indica la fuoriuscita di sangue dall’orecchio, può essere generata da cause infettive. Altre volte, invece, si rifà ad un’origine traumatica:

  • infezioni, come per esempio quelle legate ad alcune forme di influenza,
  • miringite, forma infettiva batterica che causa la formazione di vescicole all’interno dell’orecchio soprattutto nel condotto uditivo e nella membrana timpanica,
  • otite cronica,
  • colestea tomatosa, crescita della pelle dell’orecchio medio che determina la formazione di pus,
  • granuloma piogenico, un processo che si innesca in seguito ad un trauma, con la formazione di tessuto molle tendente al sanguinamento,
  • perforazione del timpano, che si caratterizza per la rottura della membrana timpanica,
  • corpo estraneo nell’orecchio,
  • trauma cranico,
  • otite barotraumatica, che è un trauma all’orecchio causato da un rapido cambiamento della pressione atmosferica.

Rimedi

A seconda della causa che sta alla base della fuoriuscita di sangue dall’orecchio, consultando il proprio medico di fiducia, si può ricorrere alle cure più adatte:

Continua a leggere
Continua a leggere
  • antinfiammatori e antibiotici per ridurre l’infiammazione e combattere l’infezione nel caso di otite infettiva o di miringite,
  • intervento chirurgico nel caso di trauma alla membrana timpanica. Di solito la lesione timpanica può regredire anche spontaneamente, grazie alla somministrazione di antibiotici e antinfiammatori. Se non si hanno miglioramenti, si deve ricorrere ad un’operazione per la sua ricostruzione,
  • analgesici, in caso di trauma legato alla pressione atmosferica. Si possono usare delle gocce analgesiche per trattare il dolore in attesa della remissione spontanea del fenomeno.