Riso basmati: fa davvero dimagrire? Benefici e controindicazioni

Riso basmati: fa davvero dimagrire? TantaSalute.it
Riso basmati: fa davvero dimagrire? TantaSalute.it

Articolo aggiornato il 13 Gennaio 2024

Il riso basmati è una tipologia di riso originaria dell’India e del Pakistan, ma è coltivato anche in altre parti del mondo.

Riso basmati: fa davvero dimagrire? Benefici e controindicazioni
  1. Preparazione
  2. Benefici
  3. Controindicazioni

È noto per il suo aroma distintivo, il suo sapore delicato descritto come floreale e nocciolato e, anche per la sua forma leggermente differente rispetto, a grano lungo ossia sottile ed allungato, al classico chicco di riso e, inoltre, anche dello stesso riso basmati ne esistono ulteriori varietà che si differenziano fra loro in base al sapore.

Si tratta principalmente di una fonte di carboidrati la cui funzione viene spesso associata alla perdita di peso, seppur questa affermazione non sia corretta, è in realtà vero che questo alimento può essere inserito all’interno di una dieta equilibrata e controllata. Il riso basmati è infatti un alimento che conferisce all’organismo una notevole sazietà.

Preparazione

Il riso basmati viene solitamente scelto per la preparazione di piatti come il pilaf, il biryani, il curry e cioè piatti etnici e, molti altri piatti sempre di origine indiani e asiatici. La delicatezza del suo sapore lo rende adatto ad accompagnare salse e condimenti senza sopraffare i sapori. La cottura di questa tipologia di riso è relativamente semplice. Di solito si inizia lavandolo per rimuovere l’eccesso di amido, per poi cuocerlo all’incirca 15-20 minuti in acqua, cioè fino a quando i chicchi non si sono ammorbiditi.

Benefici

Benefici del riso basmati - TantaSalute.it
Benefici del riso basmati – TantaSalute.it

Tra i benefici più evidenti apportati dal consumo di questa tipologia di riso vi sono:

  • una minore quantità di calorie ed un indice glicemico più basso, rispetto al riso bianco;
  • si tratta di una tipologia di riso naturalmente priva di glutine;
  • contiene al suo interno magnesio, fibre e vitamine B;
  • si tratta di una tipologia di riso che conferisce all’organismo maggiore sazietà

In tal senso possiamo dire che sì, il riso basmati può contribuire alla perdita di peso, ma attenzione perché potrebbe comportare anche l’effetto inverso.

Controindicazioni

Trattandosi di una fonte di carboidrati e calorie, la sua abbondanza può ostacolare l’eventuale perdita di peso o nei casi più estremi può anche causare l’effetto opposto. Dunque, se la scelta di introdurre questo alimento all’interno della tua alimentazione è data da una volontà di perdere peso, la scelta più corretta sarebbe quella di affidarsi ad uno specialista, un nutrizionista, che sia in grado di individuare le porzioni più adatte a te.