Rischio tigna dai parrucchieri: come riconoscerla

La tigna è un'infezione della cute causata da un fungo. Recentemente, in Spagna, si è verificato un focolaio tra gli adolescenti che si fanno tagliare i capelli dai parrucchieri. In questo articolo esploreremo le cause e le conseguenze di questo fungo.

rischio tigna dai parrucchieri

La tigna, infezione della cute causata da un fungo, sembrava ormai debellata e invece è tornata prepotentemente in Spagna a causa di un focolaio partito da alcuni parrucchieri. “El País” afferma che ci sarebbero ormai molteplici casi tra gli adolescenti che si fanno tagliare i capelli dai parrucchieri, sfumandoli o radendoli. Scopriamo di più.

La tigna torna a causa di un focolaio partito da alcuni parrucchieri

rischio tigna parrucchieri

Già due anni fa, un gruppo di dermatologi si erano resi conto del ritorno della tigna mentre stavano osservando alcuni adolescenti che usavano andare da parrucchiere per radersi i capelli.

Adesso si è compreso che quei disturbi riscontrati non riguardavano forfora o eczema, ma tigna, come spiega Jorge Romaní, dermatologo dell’Hospital de Granollers (Barcellona) e coautore dello studio.

Purtroppo pare che questa scoperta sugli adolescenti sia solo la punta dell’iceberg, perché la tigna ad occhio nudo assomiglia molto ad un’eruzione cutanea o alla forfora. Infatti può portare anche prurito.

Il trattamento, invece, deve essere diverso. L’infezione viene curata con antimicotici orali, in modo lungo e costante (da alcune settimane a diversi mesi).

Se non presa in tempo, c’è il rischio che la malattia progredisca e causi dolore, febbre e distruzione dei capelli, con alopecia permanente.

I ricercatori hanno rivelato che il fungo che ha causato la maggior parte dei casi spagnoli era il Trychophyton tonsurans, microrganismo che può passarsi da persona per contatto molto diretto o per contatto con superfici o utensili che contengono spore del fungo.

Queste ultime possono persistere per giorni. Secondo i ricercatori, il focolaio in Spagna è partito da alcuni parrucchieri che hanno cattive abitudini igieniche, ma non si può dire ancora con certezza.

Dei 107 casi riscontrati, 106 sono ragazzi che hanno riscontrato lesioni nella zona del collo. Il 20 per cento dei casi ha avuto molta infiammazione.

Come si cura la tigna?

Essendo un fungo, la tigna può essere debellata con creme antimicotiche e con antimicotici orali.

La cura andrà adattata in base alla gravità dei tuoi sintomi. Se la tua tigna è di entità da lieve a moderata puoi usare un prodotto che contenga i principi attivi antimicotici bifonazolo o clotrimazolo. Se dovesse esserci anche una sovraesposizione batterica, potrai utilizzare anche i principi attivi bifonazolo e clotrimazolo.