Mal di testa

Rimedi

Tra i rimedi per il mal di testa più efficaci, oltre ai classici farmaci anti-infiammatori prescritti dal medico non possiamo dimenticare alcune cure naturali o rimedi della nonna che possono davvero aiutare in caso di cefalea primaria. Per il mal di testa, nel primo caso, il dottore può indicare l’assunzione di farmaci come l’ibuprofene o il paracetamolo, specialmente nel caso in cui il dolore cefalico si cronicizzi, manifestandosi quindi per più di quindici giorni al mese e con molta intensità; nel secondo, saranno privilegiati rimedi meno tradizionali, come l’utilizzo di oli vegetali puri o terapie non strettamente mediche, come l’agopuntura.

Rimedi farmacologici

Nonostante la molteplicità di cause alla sua origine, nella maggior parte dei casi il mal di testa si risolve in poche ore e in maniera del tutto spontanea. Tuttavia, non è raro che il dolore alla testa sia talmente forte e martellante da necessitare di cure: in questo caso, i farmaci sono la prima scelta nel contrastare il mal di testa in modo efficace e relativamente veloce.

I medicinali eletti alleviano i sintomi, non agiscono sulle cause, pertanto sono consigliati in caso di mal di testa di lieve o moderata entità, le cui cause non sono imputabili a gravi patologie cliniche: in sostanza, per le cefalee primarie, mentre per le secondarie sono utili per fermare il dolore cefalico ma -ovviamente- devono abbinarsi a cure più specifiche per curare la patologia sottostante.

Nello specifico, vengono comunemente prescritti farmaci a base di:

  • Paracetamolo
  • Acido acetilsalicilico
  • Ibrupofene
  • Naproxene
  • Ergotamina
  • Diidroergotamina
  • Isometeptene

Il medico potrà optare anche per i farmaci contenenti i triptani, in grado di agire sull’attività nervosa, influenzando i livelli di serotonina. Utili anche i miorilassanti e i tranquillanti, soprattutto nella cervicale da stress e quando il mal di testa è determinato da un elevato livello di ansia e, nel caso di grandi fluttuazioni ormonali, la pillola anti-concezionale.

Analgesici

In questo insieme di farmaci sono compresi gli anti-infiammatori non steroidei (i cosiddetti FANS); spesso il medico può anche prescrivere una combinazione di caffeina, acido acetilsalicilico e paracetamolo, molto utili contro la fase acuta del dolore alla testa. Importante, in questo caso, attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate, per non rischiare l’effetto rebound e la cosiddetta cefalea da abuso di farmaci. Anche il naproxene è un analgesico e fa parte dei FANS: attenzione ai problemi a livello gastrico, meglio assumere questi medicinali a stomaco pieno.

Ibuprofene

In alternativa ai FANS, il medico potrà consigliare l’assunzione di ibuprofene, un forte antidolorifico, che si è rivelato utile nel combattere il dolore della fase acuta del mal di testa.

Ergotamina e Diidroergotamina

L’ergotamina (e il suo derivato diidroergotamina) è un farmaco di vecchia generazione che viene, tuttavia, utilizzato ancora nel caso in cui le medicine sopracitate non funzionino contro gli attacchi molto intensi di mal di testa. Si tratta di un vasocostrittore che contrasta l’azione vasodilatatrice del mal di testa; deve essere assunto con attenzione, però, perché potrebbe causare un aumento del senso di nausea in alcuni pazienti.

Isometeptene

Come l’ergotamina ha un effetto vasocostrittore e viene spesso impiegato in combinazione con paracetamolo e dicloropenazone; meglio informarsi presso il medico, però, perché potrebbe far risultare positivo un test anti-doping. Diversamente dall’ergotamina, questo rimedio contro il mal di testa non ha particolari effetti collaterali.

Triptani

Questi farmaci sono molto utili nel trattamento della cefalea a grappolo e dell’emicrania, inoltre riescono a contrastare anche il senso di nausea e vomito, pertanto non è necessario combinarli con farmaci antiemetici. Devono essere sempre assunti sotto stretto controllo medico, perché sono sconsigliati in presenza di alcune patologie di natura cardiaca.

Tranquillanti

Il rimedio per il mal di testa previsto nel caso in cui il dolore sia causato da ansia o stress, è quello costituito da farmaci tranquillanti o miorilassanti; poiché hanno effetti collaterali anche gravi, devono essere assunti con moderazione e sotto controllo medico, in quanto non possono essere combinati con altri medicinali.

Pillola anti-concezionale

Nel caso in cui il mal di testa sia dovuto a fluttuazioni ormonali, il rimedio farmacologico utile per le donne in età fertile potrebbe essere quello dell’assunzione della pillola anti-concezionale. Il medico, in questo caso specifico, prescriverà le analisi del sangue per valutare lo stato di salute della paziente e valuterà la tipologia di pillola che questa dovrà assumere.

Rimedi naturali

I rimedi naturali per il mal di testa sono in grado di fermare il dolore senza arrecare alcun effetto collaterale e, ovviamente, senza l’assunzione di farmaci: possono essere particolarmente utili a chi è allergico a qualche principio attivo dei medicinali o per coloro che si trovano in gravidanza o allattamento. Scegliere di affidarsi ai rimedi naturali per il mal di testa dev’essere fatto solo dopo aver accertato la benignità del problema; pertanto, queste cure della nonna contro il mal di testa sono utili in caso di cefalee primarie, per le secondarie invece il medico opterà per terapie farmacologiche più complesse.

Vediamo quindi i principali rimedi naturali contro il mal di testa.

Bagno caldo

Un rimedio per il mal di testa efficace e abbastanza immediato è quello di immergersi in una vasca piena di acqua calda e bicarbonato. Il caldo aiuta a sciogliere le tensioni a livello muscolare, migliorando quindi lo stato generale della persona e facendo scomparire il dolore alla testa o alla cervicale.

Isolarsi

Poiché il mal di testa aumenta nel caso di rumori e, qualche volta, anche in presenza di forti luci o odori particolari, il rimedio naturale più veloce per stare meglio da subito è quello di chiudersi in una stanza buia e silenziosa per qualche tempo; se possibile, anche riposare o dormire può aiutare a far passare il mal di testa.

Bere

Contro il mal di testa, il rimedio della nonna che può essere davvero utile è quello di bere abbondantemente. Spesso il dolore alla testa è conseguenza di disidratazione, pertanto idratarsi può davvero aiutare a stare meglio.

Integratori di magnesio

Alcune sostanze nutritive sono veri e propri toccasana per prevenire il mal di testa. Il magnesio, forte della sua capacità di contrastare l’effetto del glutammato monosodico, è in grado di normalizzare l’eccitabilità di alcuni circuiti nervosi iperattivi, all’origine del mal di testa.

Per assicurarsi una buona dose di magnesio, meglio scegliere gli ortaggi a foglia verde, la frutta secca e alcuni pesci, come il merluzzo o l’aringa. Ottimi allo scopo anche la Vitamina B2 e per il Coenzima Q10: ne sono ricchi latticini, uova e fegato, soia, spinaci, cereali e olii vegetali.

Impacchi freddi

Per contrastare i sintomi dolorosi del mal di testa frontale, è sufficiente bagnare una garza sterile con dell’acqua fredda, ed applicarla sulla testa, fino a quando non si sarà riscaldata alla medesima temperatura corporea.

Erbe officinali

Se la colpa della cefalea è da attribuire a stress e tensioni, le migliori alleate naturali sono la melissa e la valeriana, che hanno efficaci proprietà analgesiche, rilassanti e calmanti.

La melissa è l’ingrediente perfetto per una tisana giornaliera, mentre la valeriana può essere assunta sotto forma di tintura madre. Analgesica e rilassante anche la tisana a base di salice bianco, ottimo per allentare le tensioni emozionali, ma anche muscolari.

Rimedi omeopatici

Nei confronti del mal di testa, l’omeopatia agisce sia sul disturbo vero e proprio che sulla psiche, dove si trova la vera origine del dolore. Pertanto, ad ogni tipo di mal di testa corrisponderà uno specifico rimedio omeopatico, ad esempio:

  • Arsenicum album – Quando il dolore compare in un momento di forte tensione o stress o a seguito di un litigio;
  • Kalmia latifolia – Per combattere il mal di testa che parte dal collo e si estende dalla nuca fino al centro della testa, compare soprattutto la mattina e si intensifica verso sera;
  • Belladonna - Quando la cefalea è intensa, violenta, pulsante, di solito frontale e con ipersensibilità al cuoio capelluto;
  • Cimicifuga – Da scegliere in caso di rigidità di collo e dolore che si presenta soprattutto con il ciclo mestruale o con i cambiamenti ormonali durante la menopausa;
  • Ignatia amara – Quando il dolore compare in modo costante sul lato sinistro della testa, quasi fosse un chiodo fisso, e migliora quando vengono scaricate le tensioni;
  • Nux vomica – Indicato per il mal di testa da stress o da cattiva digestione, che provoca nausea e mal di stomaco.

Chiropratica

Numerosi studi hanno da tempo dimostrato diversi tipi di mal di testa e la chiropratica possono essere un binomio perfetto. Il principale obiettivo di questa disciplina è quello di eliminare qualsiasi tipo di interferenza neuro-muscolo-scheletrica che possa essere causa del mal di testa. Tale scopo viene realizzato attraverso la manipolazione dei punti che causano il dolore.

Agopuntura

Tra le terapie non strettamente mediche utili come rimedi per il mal di testa, l’agopuntura (oltre alla già citata chiropratica) è quella che può aiutare di più a rilasciare le tensioni muscolari causa del dolore cranico o cervicale. Ogni seduta dura circa 30 minuti, durante i quali sul paziente vengono posizionati aghi sterili e monouso su punti nevralgici del corpo. Questo rimedio può essere utile soprattutto nel caso in cui la paziente sia incinta o stia portando avanti l’allattamento.