Rimedi naturali per l’emicrania

Contro l'emicrania, diversi rimedi naturali possono aiutarci a stare meglio in poco tempo anche senza l'assunzione di farmaci, che comunque deve avvenire in modo controllato da parte di un medico. I rimedi naturali per l'emicrania possono essere utili durante una gravidanza o in tutti quei casi in cui sia possibile eliminare, tramite la prevenzione, il fattore scatenante l'attacco emicranico. Vediamo i più efficaci

da , il

    Rimedi naturali per l’emicrania

    L’emicrania è una patologia molto comune che si caratterizza da un mal di testa intenso che può durare alcune ore. Contro l’emicrania, alcuni rimedi naturali possono venire in nostro soccorso per stare meglio velocemente senza l’uso di farmaci. Insieme alla prevenzione, che è l’arma più efficace per non subire forti attacchi emicranici, anche la natura può aiutarci a non soffrire più intensamente per il mal di testa tipico di questo disturbo. Basti pensare al caso in cui il dolore sia la diretta conseguenza di una situazione di disidratazione: basterà idratarci per stare meglio in poco tempo.

    Inoltre, anche alcune erbe officinali, integratori e pratiche non strettamente mediche (come l’agopuntura) possono essere utili per combattere l’emicrania. Vediamo tutti i rimedi naturali più efficaci.

    Prevenzione dell’emicrania

    Come già ampiamente detto, per diminuire le probabilità di soffrire di emicrania è fondamentale non mettere in atto tutti quei comportamenti che diventano fattori di rischio alla base degli attacchi di forte mal di testa: evitare quindi abitudini scorrette come fumare, saltare i pasti, bere poco. È stato individuato, inoltre, nello stress uno dei principali fattori scatenanti dell’emicrania: sottrarsi a situazioni di pressione, pertanto, è uno dei metodi migliori per proteggersi dagli attacchi emicranici.

    Tra i comportamenti da mettere in atto sin da subito per prevenire la comparsa dell’emicrania, troviamo:

    • Dormire a sufficienza, ma non esageratamente
    • Seguire un corretto regime alimentare, privo di alimenti complessi e ricchi di conservanti
    • Evitare l’assunzione di alcool, in quanto è uno dei principali fattori scatenanti dell’emicrania
    • Bere sufficientemente, rimanere idratati
    • Fare regolare attività fisica aerobica, poiché consente di utilizzare al meglio il triptofano, un amminoacido presente negli alimenti che viene trasformato in serotonina, e in questo modo consente di contrastare al meglio il dolore
    • Evitare situazioni stressanti, se necessario imparare tecniche di rilassamento o meditazione, come lo yoga
    • Assumere integratori come il magnesio o la vitamina B12

    Rimedi naturali per la fase acuta dell’emicrania

    Le cure naturali contro l’emicrania vere e proprie riescono ad aiutare a contrastare il dolore alla testa tipico dell’attacco emicranico e possono riuscire, in parte, ad abbassarne l’intensità favorendo un recupero più veloce della condizione fisica ottimale. Nei casi di emicrania lieve o moderata, questi rimedi permettono anche di evitare l’assunzione dei farmaci antidolorifici o anti-infiammatori.

    Idratazione

    Come abbiamo già visto, all’origine dell’emicrania può esserci la disidratazione. Una delle soluzioni da provare subito per fronteggiare il mal di testa quindi consiste nel consumare cibi ricchi di acqua come verdura e frutta e bere molto, almeno un litro e mezzo di acqua nella stagione fredda e due litri e mezzo in quella calda, per mantenere il corpo sempre idratato e in grado di far funzionare il suo intero meccanismo. Se l’attacco emicranico era dovuto alla disidratazione, in poco ci si sentirà certamente meglio.

    Agopuntura

    Sempre più spesso l’agopuntura è considerata una tecnica efficace contro l’emicrania, al pari della tradizionale profilassi farmacologica nei casi più lievi o di media entità. Questa terapia derivata dalla medicina cinese guarda alla globalità dell’organismo e per questo il suo obiettivo è quello di colpire l’origine del problema riequilibrando tutte le funzioni fisiologiche del paziente.

    Dopo un’approfondita anamnesi del paziente, verranno posizionati gli aghi, sterili e monouso, in vari punti del corpo a seconda della storia clinica di chi si sottopone all’agopuntura. Le sedute durano circa 30 minuti una volta a settimana, tranne le prime due settimane nelle quali ne vengono consigliate quattro. Un trattamento completo per un’emicrania comunque richiederà circa 8/10 sedute.

    L’agopuntura è quindi un trattamento indicato in caso di emicranie, soprattutto per le donne che non possono assumere farmaci in gravidanza o allattamento.

    Magnesio

    Assumere magnesio può aiutare a contrastare la comparsa dell’emicrania; non solo con i classici integratori, ma anche attraverso la corretta dieta sarà possibile garantirsi la giusta quantità di questo minerale, indispensabile per il nostro organismo. Il magnesio si trova prevalentemente nella verdura a foglia verde, come bietole, spinaci, carciofi, broccoli ma anche nella frutta secca, nella zucca e nei legumi, come lenticchie e fagioli; la quantità consigliata è tra i 200 e i 600 mg al dì. Per consigli più specifici, consultare il proprio medico di fiducia.

    Erbe officinali

    Un altro rimedio naturale contro l’emicrania è costituito da alcune erbe officinali, come il farfaraccio e il partenio, ma anche l’artiglio del diavolo ha dato ottimi risultati. Assumendo queste erbe è possibile ridurre il livello di intensità del mal di testa collegato all’emicrania, ma anche combattere la sintomatologia associata come la nausea, il vomito e le vertigini.

    Fare un bagno caldo

    Anche immergersi in una vasca calda con del bicarbonato può aiutare a alleviare i dolori dell’emicrania, meglio se per almeno trenta minuti.

    Isolarsi

    Eliminare tutte le fonti di rumore e luce può essere utile per stare meglio durante un attacco emicranico. Provare a stendersi in una stanza buia senza suoni, è un ottimo metodo per ridurre i livelli di stress e, quindi, allontanare il mal di testa.

    Auto-massaggio

    Contro l’emicrania, esercitare una piccola pressione sulla sede del dolore può essere un efficace rimedio naturale per evitare l’assunzione di farmaci. Premere quindi sulla parte dolorante con indice o medio, per circa 7-10 secondi, esercitando una forza di media intensità, quindi rilasciare. Ripetere per qualche minuto fino alla scomparsa del dolore.

    Alimentazione

    Anche se non ci sono ancora sufficienti prove scientifiche a supporto di tale tesi, è comunque spesso ribadita l’importanza di alcuni alimenti come diretti responsabili degli attacchi di emicrania. È stato addirittura notato che molti pazienti avvertono uno spiccato desiderio di cibi dolci (o anche altri) poco prima dell’arrivo del mal di testa. Mentre, in alcuni casi, la voglia di cibo è uno dei primi sintomi dell’emicrania.

    In genere, risultano scatenanti tutti quei cibi ricchi di glutammato monosodico, nitriti e tiramina, cioè quegli ingredienti che provocano la costrizione e la dilatazione dei vasi sanguigni e per questo in grado di far insorgere il mal di testa. Gli esperti hanno quindi stilato una lista degli alimenti da evitare e quelli da preferire per prevenire l’emicrania.

    Cosa mangiareCosa non mangiare
    Olio d’oliva crudoSnack e dolci confezionati
    Semi di linoSalsa di soia
    BietoleFormaggi stagionati
    SpinaciDado per brodo
    QuinoaCioccolato
    Cereali integraliSalumi
    RisoCarni in scatola
    Pesce azzurroAspartame
    LattugaLatte e derivati
    Carne biancaNoci e frutta con guscio
    Frutta fresca di stagioneVino
    PatateAlcolici

    Eliminare il glutine

    L’emicrania può essere sintomo di altri disturbi: frequenti attacchi emicranici, infatti, possono essere la spia di una iper-sensibilità al glutine o, addirittura, di celiachia. Provare a eliminare questa proteina dalla dieta può, quindi, dare un’indicazione più precisa a riguardo; il consiglio, comunque, rimane quello di rivolgersi sempre, in caso di dubbi, al proprio medico curante che saprà indicare al meglio verso i corretti esami diagnostici.