Ricerca contro il cancro, il piccolo gesto che può salvare una vita

Basta un piccolo gesto per favorire il nostro benessere e aiutare la ricerca contro il cancro: le arance della Fondazione AIRC possono salvare molte vite.

Cancro
Foto Unsplash | National Cancer Institute

La lotta contro il cancro non si ferma, e passa dalla continua scoperta di nuove terapie che migliorino la sopravvivenza e la qualità della vita dei malati. Per questo è importante sostenere la ricerca: basta un piccolo gesto per dare il proprio contributo e, nel contempo, provvedere al proprio benessere. Le arance della Fondazione AIRC sono infatti un vero toccasana, e possono salvare molte vite.

Ricerca contro il cancro, le arance dell’AIRC

La Fondazione AIRC inaugura il 2022 con un appuntamento imperdibile: sabato 29 gennaio tornano nelle piazze italiane le Arance della Salute. Si tratta della consueta raccolta fondi per la ricerca medica contro il cancro, che stavolta passa attraverso un’eccellenza nostrana che non può mancare sulle nostre tavole, in questo periodo dell’anno. I volontari distribuiranno infatti reticelle di arance rosse coltivate in Italia, perfette per fare il pieno di sostanze nutritive importanti per la salute.

Tra gli agrumi, sono i più ricchi di vitamina C: questo nutriente è da sempre noto per il suo notevole apporto all’organismo, stimolando le nostre naturali difese immunitarie. Inoltre, le arance rosse contengono grandi quantità di antociani, pigmenti che donano loro il caratteristico colore. Sono potenti antiossidanti, che contribuiscono a ridurre la formazione di radicali liberi e contrastano l’insorgenza di molte malattie (tra cui anche alcuni tipi di cancro).

Le Arance della Salute sono dunque un piccolo gesto che possiamo fare per aiutare noi stessi e gli altri. La ricerca, come sappiamo, è la nostra arma più importante per combattere il cancro. Ma l’iniziativa della Fondazione AIRC vuole promuovere anche l’importanza della prevenzione, che passa da un’alimentazione varia ed equilibrata e dall’adozione di uno stile di vita sano. Mangiare bene, evitare alcol e fumo e fare un po’ di attività fisica sono piccole abitudini che possono aiutarci nel ridurre il rischio di sviluppare un tumore.

La dieta mediterranea, ad esempio, sembra essere una delle migliori. Ricca di frutta e verdura, include anche cereali integrali e legumi, fonte di preziosissimi nutrienti. È invece importante ridurre il consumo di carni rosse ed evitare quelle lavorate, i cibi processati e quelli particolarmente ricchi di grassi e zuccheri.