Quando sei stressato mangia questi cibi

Che si tratti di kefir o miso: i cibi fermentati oggigiorno vanno molto di moda. Un nuovo studio afferma di aver scoperto che questi cibi non solo sono buoni, ma hanno anche un effetto anti-stress. Scopriamo i dettagli nell'approfondimento.

kefir fermentato
I cibi fermentati quando sei stressato Foto Shutterstock | Natalia Popova

Che si tratti di kefir o miso: i cibi fermentati oggigiorno vanno molto di moda. Un nuovo studio afferma di aver scoperto che questi cibi non solo sono buoni, ma hanno anche un effetto anti-stress. Scopriamo i dettagli nell’approfondimento.

Se sei stressato mangia cibo fermentato

 

cibo giapponese miso
I benefici dei cibi fermentati
Foto Shutterstock | jazz3311

Il corpo umano è un paese delle meraviglie, che ha bisogno di essere nutrito efficacemente. La giusta alimentazione gioca un ruolo decisivo come dimostrano vari studi.

Chiunque voglia mantenere forte il proprio corpo, sia fisicamente che mentalmente, deve assolutamente prestare attenzione a ciò che ci mette dentro. Del resto una Ferrari non va riempita certo di liquame.

Gli scienziati di APC Microbiome Ireland hanno dimostrato che quando si è particolarmente stressati bisognerebbe mangiare cibo fermentato e fibre.

In questo modo facciamo del bene al nostro microbioma, ovvero tutti i microrganismi, inclusi batteri, virus e funghi, che vivono nel nostro corpo.

Il microbioma influenza il nostro sistema immunitario, il metabolismo, ma anche la nostra percezione dello stress. Uno dei motivi potrebbe essere che intestino e cervello sono strettamente collegati.

Spesso sentiamo dire che l’apparato digerente è il nostro secondo cervello. Ed effettivamente è così. I due organi comunicano costantemente tra loro.

Se implementiamo fibre e cibi fermentati possiamo favorire il microbioma e ridurre lo stress.

Un microbioma sano significa meno stress

Il gruppo di ricerca ha esaminato 45 persone di età compresa tra 18 e 59 anni, che hanno preso parte allo studio di quattro settimane. Tutti i partecipanti erano sani. Durante questo periodo, metà del gruppo ha seguito quella che è nota come dieta psicobiotica, mentre il gruppo di controllo ha ricevuto solo raccomandazioni nutrizionali generali.

La dieta psicobiotica includeva frutta e verdura ad alto contenuto di fibre prebiotiche come banane e cavoli, cereali e legumi – porzioni multiple di ciascuno al giorno.

I partecipanti, inoltre, mangiavano anche cibi fermentati come kefir, miso e crauti.

Dopo quattro settimane è stato redatto un bilancio. E in effetti, i partecipanti che hanno seguito una dieta psicobiotica nello studio si sono sentiti meno stressati rispetto a quelli del gruppo di controllo. Le persone che hanno mangiato più cibi fermentati durante il periodo di studio hanno sperimentato il miglioramento maggiore. Hanno anche dormito meglio di prima.