Quali sono le differenze fra l'olio di palma e gli altri oli vegetali?

L'olio di palma è da molti considerato dannoso per la salute, alcuni han definito l'olio di palma cancerogeno; è importante chiarire quali siano le proprietà di questo condimento e in cosa si distingue dagli altri oli vegetali come l'olio di colza, l'olio di semi di girasole o l'olio d'oliva.

Oli

Oli

L’olio di palma è un grasso di origine vegetale al centro di numerose polemiche che han portato molti a preferire gli alimenti senza olio di palma; in particolare ci si chiede se questo olio fa male alla salute o se il problema riguarda la difficoltà di produrre un olio di palma sostenibile.
L’olio di palma è largamente utilizzato nelle preparazioni industriali, ma non è il solo: l’olio di colza, l’olio di semi di girasole, l’olio di mais, l’olio di arachidi, l’olio di cocco, sono solo alcuni dei condimenti usati per produrre snack, prodotti da forno e merendine. Inoltre, in cucina usiamo anche altri condimenti come l’olio extravergine di oliva, l’olio di semi di lino o di sesamo. Alcuni di questi oli non sono indicati per la salute dell’organismo e ci sono alcuni condimenti che dovremmo preferire e altri che andrebbero evitati. La maggior parte degli oli vegetali contengono grassi mono e polinsaturi e pochi grassi saturi: gli acidi grassi insaturi sono da prediligere rispetto ai grassi saturi, in quanto vantano dei benefici per la salute cardiovascolare, al contrario degli acidi grassi saturi che sono da considerare nocivi. Tenendo presente che tutti gli oli vanno consumati con moderazione è importante capire quale sia la differenza tra l’olio di palma e gli altri oli vegetali e quali dovremmo evitare.

Continua a leggere
Continua a leggere