Quali sono i sintomi della nuova influenza australiana?

L'influenza (australiana) quest'anno è in anticipo e probabilmente i casi continueranno a salire in tutta Europa questo inverno. Ad affermarlo sono proprio gli esperti australiani. Scopriamo quali sono i sintomi e perché è importante vaccinarsi.

Ragazza a letto con influenza
I sintomi dell’influenza australiana Foto Pexels | Andrea Piacquadio

L’influenza (australiana) quest’anno è in anticipo e probabilmente i casi continueranno a salire in tutta Europa questo inverno. Ad affermarlo sono proprio gli esperti australiani. Scopriamo quali sono i sintomi e perché è importante vaccinarsi.

Influenza australiana: cos’è accaduto in Australia?

Donna si sottopone a vaccino
Vaccino antinfluenzale
Foto Unsplash | CDC

Dopo due anni di trasmissione molto bassa o quasi assente, quest’inverno l’influenza ha colpito l’Australia con un numero di casi molto più elevato. Ecco perché gli esperti affermano che possa capitare la stessa cosa in Europa.

La stagione influenzale australiana di solito va da aprile a ottobre. A metà settembre, sono stati segnalati 223.678 casi di influenza confermati. I decessi sono stati 295 decessi e 1.763 i ricoveri.

L’aumento dei casi non è stato uno shock per gli esperti qui e, in parte, è stato dovuto all’allentamento delle misure di sanità pubblica messe in atto negli ultimi due anni per frenare il Covid-19.

“Quando abbiamo chiuso i nostri confini, abbiamo bloccato la possibilità che l’influenza entrasse”, ha affermato la dottoressa Sheena Sullivan, epidemiologa senior presso il Doherty Institute di Melbourne. Ecco perché l’influenza gli scorsi anni si è diffusa molto meno.

Una delle conseguenze dei bassi numeri di influenza nel 2020 e nel 2021 è stata una minore immunità a livello di popolazione.

Penso che l’Europa possa probabilmente aspettarsi di vedere casi di influenza più elevati sulla base di ciò che è accaduto in Australia durante la nostra stagione influenzale… la situazione potrebbe anche cambiare se emergesse in Europa un ceppo diverso da quelli che abbiamo visto qui in Australia“, ha affermato il dottor Kennedy.

Influenza australiana: i sintomi

I sintomi dell’influenza australiana includono:

  • febbre alta;
  • mal di testa, spesso molto forte;
  • stanchezza e astenia;
  • tosse, secca o grassa;
  • raffreddore;
  • congestione e naso che cola;
  • mal di gola.

A differenza del comune raffreddore, i sintomi tendono a manifestarsi più improvvisamente e sono più gravi e duraturi.

Perché vaccinarsi è importante?

Il Ministero della Salute, come tutti gli anni, raccomanda la vaccinazione ai pazienti ad alto rischio (che potrebbero quindi rischiare ricoveri o complicanze dall’essere infettati dal virus, perché già colpiti da altre patologie) ai soggetti con un’età superiore ai 65 anni, agli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo (come insegnanti o personale a contatto con il pubblico e personale sanitario) ai donatori di sangue.

Il vaccino è consigliato o fortemente raccomandato. Il periodo migliore per vaccinarsi va da metà ottobre e metà dicembre.

Per la stagione 2022-2023 la vaccinazione antinfluenzale può essere effettuata nella stessa seduta della vaccinazione anti Covid-19.