Qual è il ruolo dei social nei disturbi alimentari?

I disturbi alimentari, tra cui anoressia e bulimia, sono in crescita nel mondo (soprattutto in Inghilterra) e colpiscono sempre più giovani. Ma quali sono le motivazioni dell'aumento dei casi?

ragazza anoressica vicino al water
anoressia e ruolo dei social Foto Shutterstock | Pixels-Shot

I disturbi alimentari, tra cui anoressia e bulimia, sono in crescita nel mondo (soprattutto in Inghilterra) e colpiscono sempre più giovani. Ma quali sono le motivazioni dell’aumento dei casi?

I disturbi alimentari di solito nascondono problemi psicologici più profondi. Ci sono molte ragioni per questo, che vanno da esperienze traumatiche come abusi e conflitti familiari alla pressione del parere degli altri, al bullismo.

Il ruolo dei social nei disturbi alimentari

ragazza anoressica con vita stretta
anoressia e ruolo dei social
Foto Shutterstock | Nomad_Soul

Anche le star dei social media come Instagram, Youtube & Co. stanno giocando un ruolo sempre più importante in questo problema. Il boom di selfie apparentemente perfetti raffigura un ideale corporeo irraggiungibile e pericoloso.

Tali modelli di ruolo possono forzare l’insoddisfazione per la propria vita e anche per il proprio corpo. Creano una forte pressione per conformarsi all’immagine corporea propagata. Questo può favorire lo sviluppo di abitudini alimentari disturbate”, afferma la dottoressa Franziska Klemm.

I media e gli influencer causano stress

Un sondaggio Forsa commissionato dal KKH mostra che questa pressione sociale sta già causando problemi ai giovani: secondo questo sondaggio, uno studente su sei di età compresa tra 13 e 18 anni si sente molto spesso sotto stress da media, idoli e influencer.

Una volta che le persone colpite hanno sviluppato un disturbo alimentare, i semplici consigli non sono più sufficienti. Perché la bulimia e l’anoressia sono gravi malattie mentali che sono spesso associate a disturbi d’ansia, depressione, comportamenti autolesivi.

Le persone colpite spesso hanno difficoltà ad ammettere di aver bisogno di aiuto. Ma questo è un passo molto importante per la ripresa.

Soffrire di un disturbo dell’alimentazione sconvolge la vita di una persona e ne limita le sue capacità relazionali, lavorative e sociali. Non tenerti tutto dentro. Chiedi aiuto, se ne può uscire.