Psicosi affettiva: sintomi, cause e rimedi

Psicosi affettiva

I sintomi

I sintomi della psicosi affettiva variano da persona a persona e possono modificarsi con il tempo. Inizialmente, i sintomi non sono visibili, ma vanno via via peggiorando. Tra i sintomi più diffusi da segnalare per questa patologia, ci sono il cambiamento dell’umore e la confusione mentale: il paziente si esprime, infatti, poco chiaramente o senza senso ed ha difficoltà a concentrarsi o a ricordare. Possono verificarsi anche allucinazioni e la nascita di false convinzioni, senza possibilità di far cambiare idea al soggetto: la persona che soffre di psicosi può provare, vedere, sentire ed odorare cose che non esistono. Avvengono anche cambiamenti comportamentali ed emotivi: i pazienti possono ridere o arrabbiarsi senza motivo. Per quanto riguarda il disturbo dell’affettività, poi, vengono inibite le risposte emotive e possono comparire tristezza, malessere, insonnia, apatia, angoscia, riduzione dell’autostima, ansia, assenza di appetito e pensieri suicida nei peggiori casi.