Pressione alta e caldo: come tenerla sotto controllo

pressione alta rischi
Come gestire la pressione alta in estate (tantasalute.it)

Con l’arrivo del caldo anche tu soffri di pressione alta? Devi prestare attenzione: ecco come tenerla sempre sotto controllo.

Chi lo dice che l’unico ‘problema’ della bella stagione sia solo il sudore? Sia l’estate che il caldo sono, in realtà, elementi molto rischiosi per la pressione, soprattutto per coloro che soffrono di alterazioni.

Sia per chi ha la pressione alta che bassa, questo periodo dell’anno deve destare grande attenzione perché il fisico ha difficoltà a causa del variare della temperatura.

I legami tra calore e pressione del sangue sono importanti e non vanno sottovalutati perché possono avere conseguenze anche gravi.

Pressione alta e caldo: quali sono i rischi

Il caldo ha correlazioni dirette sulla pressione sanguigna. Sono soprattutto i cambi di stagione o comunque le variazioni brusche ad essere le più pericolose. Con le temperature elevate la pressione non aumenta ma diminuisce, questo perché la temperatura funge da vasodilatatore. Gli anziani e coloro che soffrono di ipertensione o malattie del sistema cardiovascolare durante il periodo estivo quindi devono prestare molta attenzione.

pressione alta rischi
Come gestire la pressione alta in estate (tantasalute.it)

In un corpo che tipicamente soffre di pressione alta, la temperatura esterna calda porta a sbalzi improvvisi che sono molto pericolosi. In particolare, nelle giornate più afose, bisogna fare attenzione al cuore. A causa del caldo, questo deve lavorare di più e va sotto pressione, essendo così più esposto al rischio.

Per questo è importante regolare sempre la temperatura dell’ambiente con l’uso dell’aria condizionata che non deve essere eccessiva ma tale da consentire al corpo di non avere sbalzi improvvisi. Con il cardiologo poi si andrà a concordare una terapia mirata, con un dosaggio che cambia tra estate e inverno proprio perché deve adattarsi al clima che si modifica.

Quando si genera un abbassamento della pressione nel sangue, ci sono alcuni sintomi da riconoscere subito. In primo luogo la nausea e il senso di affaticamento. Possono sorgere tremori, debolezza, annebbiamento della vista, sudorazione e svenimenti. Inoltre possono anche esserci: ronzio alle orecchie, vertigini, sonnolenza. Il sole e soprattutto l’esposizione in spiaggia è molto pericolosa. Le persone che soffrono di pressione alta non devono esporsi nelle ore più calde ma solo la mattina presto o quando il sole tramonta. È importante rinfrescarsi sempre, bere molto e fare molta attenzione alla temperatura del corpo soprattutto se la zona non è ventilata.

Consigli fondamentali sono: bere 2 litri di acqua al giorno, fare un’alimentazione ricca di acqua e potassio con frutta e verdura, non bere alcol, preferire il pesce, esporsi al sole con le gambe sollevate di prima mattina, ridurre i cibi salati, fare moderato esercizio, ridurre burro e grassi in generale, mangiare poco e non consumare sostanze eccitanti.