Gli Stati Uniti investono 3 miliardi di dollari per creare una pillola contro il Covid-19

Allo studio una pillola per combattere il Covid e ridurre il rischio di ospedalizzazione: lo riporta il New York Times

Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases
Foto Getty Images | Tasos Katopodis

Curare il Covid-19 con una pillola potrebbe diventare possibile e gli Stati Uniti ci scommettono. Lo riporta il New York Times, raccontando di un nuovo programma da 3,2 miliardi di dollari, con cui il governo americano intende sostenere lo sviluppo e lo studio su alcuni farmaci. Si tratta di pillole antivirali, che potrebbero arrivare entro la fine dell’anno, con l’obiettivo di contrastare la pandemia e salvare le persone dal rischio di ospedalizzazione.

Il governo Usa investe nella ricerca

Soltanto lo scorso anno, il governo statunitense ha investito circa 18 miliardi di dollari, per finanziare i prodotti di farmaci e realizzare un vaccino contro il Covid. I frutti di questi investimenti si misurano in almeno cinque prodotti altamente efficaci e realizzati in tempi record. Ora gli sforzi della comunità scientifica si stanno concentrando su un’area di ricerca ancora inesplorata. Protagonisti sono medicinali in grado di combattere il virus nelle prime fasi dell’infezione, salvando potenzialmente molte vite e riducendo il rischio di ricovero.

Leggi anche: G7, un miliardo di dosi di vaccino ai Paesi poveri

Allo studio una pillola contro il Covid

Lo scorso giovedì, il dipartimento della salute e dei servizi umani ha annunciato l’intenzione di accelerare le sperimentazioni cliniche di alcuni promettenti farmaci candidati. Se tutto andrà per il verso sperato, i farmaci potrebbero debuttare entro la fine di quest’anno, mentre i ricercatori continueranno a studiare nuovi medicinali, utili anche in caso di pandemie future. L’immunologo Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive, ha affermato che non vede l’ora che le persone possano ritirare le pillole antivirali in farmacia, non appena si manifestano i primi sintomi.

Le dichiarazioni di Fauci sul programma

Mi sveglio la mattina, non mi sento molto bene, il mio olfatto e il mio gusto sono andati via, ho mal di gola: chiamo il mio medico e dico: Ho il Covid e ho bisogno di una prescrizione, ha detto nel corso di un’intervista Anthony Fauci. L’immunologo ha precisato gli antivirali sono già stati testati all’inizio della pandemia, nei pazienti ricoverati, senza risultati efficaci. Tuttavia, l’assunzione degli antivirali nei primi giorni di malattia potrebbe bloccare il virus e ridurre il rischio di ospedalizzazione.

Leggi anche: Per Anthony Fauci raggiungere l’immunità di gregge è praticamente impossibile