Pillola abortiva: cos’è, vantaggi, svantaggi e controindicazioni

Pillola abortiva - Foto di Artem Podrez/ Pexels.com
Pillola abortiva – Foto di Artem Podrez/ Pexels.com

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

L’aborto e l’accesso alla pillola abortiva sono argomenti delicati che toccano questioni mediche, etiche e sociali. Esplorare questi temi richiede sicuramente una comprensione decisamente più approfondita delle varie prospettive coinvolte. In questo articolo capiremo nei dettagli cos’è la pillola abortiva, quali sono i suoi vantaggi e svantaggi e le varie controindicazioni. Prima di approfondire tutto questo, ci teniamo a dire qualcosa anche sull’aborto.

L’aborto è l’interruzione volontaria o involontaria della gravidanza e per le donne si tratta di un’esperienza davvero complessa, che può coinvolgere una serie di fattori. Nel caso di un aborto volontario, possiamo citare motivazioni personali, problemi economici o condizioni di salute che portano una donna a fare questa scelta. La decisione di procedere con un aborto spesso comporta una serie di riflessioni profonde e un confronto con le proprie convinzioni etiche e morali.

Accesso alla pillola abortiva

La pillola abortiva oggi è un farmaco approvato in diversi paesi e serve appunto per interrompere una gravidanza entro le prime dieci settimane. Questa pillola funziona bloccando l’azione dell’ormone progesterone, essenziale per il mantenimento della gravidanza, seguito dall’assunzione di misoprostolo che induce le contrazioni uterine.

Le opinioni sull’aborto e sull’uso della pillola abortiva sono abbastanza ampie. I gruppi pro-choice sottolineano l’importanza dell’autonomia delle donna nel prendere decisioni sulla propria salute riproduttiva. Al contrario, le posizioni pro-life si concentrano sulla protezione delle vita del feto. Queste differenze di opinione spesso si riflettono nelle legislazioni nazionali e nei dibattiti pubblici.

L’aborto e l’uso della pillola abortiva quindi, sollevano delle questioni etiche molto complesse. Alcuni sostengono che la vita inizia al momento del concepimento, mentre altri danno un peso maggiore all’autonomia e alla salute della donna. La società di oggi si trova a navigare tra valori molari individuali e la necessitò di rispettare anche la diversità di opinioni.

L’accesso alla pillola abortiva è influenzato dalla legislazione, dall’accessibilità ai servizi sanitari e da fattori socioeconomici. Una cosa è certa, la disparità nell’accesso possono creare diseguaglianze nella capacità delle donne di fare scelte importanti sulla propria salute riproduttiva.

Indipendentemente dalle varie opinioni e prospettive, è fondamentale garantire che le donne che considerano l’aborto, compreso l’utilizzo della pillola, abbiano accesso a informazioni dettagliate, supporto medico e sostegno emotivo.

Che cos’è la pillola abortiva?

La pillola abortiva è un farmaco che viene utilizzato dalle donne per interrompere precocemente la gravidanza entro le prime dieci settimane. Il suo compito è quello di bloccare l’azione dell’ormone progesterone, necessario per il mantenimento della gravidanza. Successivamente, viene somministrato il misoprostolo, un farmaco che induce le contrazioni uterine così da espellere il tessuto embrionale.

Che cos'è la pillola abortiva - Foto di Karolina Grabowska/ Pexels.com
Che cos’è la pillola abortiva – Foto di Karolina Grabowska/ Pexels.com

I vantaggi e gli svantaggi della pillola abortiva

Da un lato la pillola abortiva può essere vantaggiosa, ma dall’altro può presentare anche una serie di svantaggi, vediamo insieme entrambi. Tra i vantaggi abbiamo:

  • Privacy e controllo: La pillola abortiva ci consente di affrontare l’aborto in un ambiente più privato e controllato rispetto ad un intervento chirurgico
  • Intervento precoce: La pillola abortiva può essere utilizzata nelle prime settimane di gravidanza, offrendo un’opzione per coloro che cercano di interrompere la gravidanza in modo tempestivo
  • Evita procedure invasive: Al contrario degli interventi chirurgici, la pillola abortiva evita procedure invasive, riducendo potenzialmente il rischio di complicazioni associate

Tra gli svantaggi abbiamo:

  • Effetti collaterali: La pillola abortiva può causare crampi addominali intensi, nausea, vomito, diarrea e sanguinamento abbondante.
  • Incompleta efficienza: In alcuni casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico successivo se la pillola abortiva non ha completato l’espulsione del tessuto fetale.
  • Disponibilità limitata: L’accesso alla pillola abortiva può essere limitato da restrizioni legislative, disponibilità di servizi sanitari e fattori socio-economici.
  • Monitoraggio medico: La pillola abortiva richiede supervisione medica per garantire la sicurezza e l’efficacia. Il processo richiede una gestione attiva con l’aiuto del medico.
  • Aspetti emotivi: Alcune donne dopo aver assunto la pillola abortiva possono sperimentare angoscia emotiva e stress, richiedendo aiuto psicologico.

In ogni caso, ci teniamo a sottolineare che la decisione di utilizzare la pillola abortiva dovrebbe essere presa in consulto con un professionista della salute. Ma comunque la comprensione approfondita dei vantaggi e svantaggi è fondamentale per una scelta più consapevole.

Controindicazioni

La pillola abortiva ha alcune controindicazioni e precauzioni che si devono assolutamente conoscere prima della somministrazione. È importante sottolineare che solo il medico può valutare attentamente la situazione di una donna prima di prescrivere questo farmaco. Le controindicazioni più comuni includono:

  • Gravidanza ectopica: La pillola abortiva non è adatta per le gravidanze ectopiche, ovvero quando l’embrione si sviluppa al di fuori dell’utero. In questi casi, è necessario l’intervento chirurgico.
  • Insufficienza renale o epatica grave: La presenza di gravi problemi renali o epatici può rendere l’uso della pillola abortiva inappropriato o richiedere un monitoraggio più stretto.
  • Utilizzo di steroidi o anticoagulanti: Alcuni farmaci, come gli steroidi o gli anticoagulanti, possono interferire con l’azione della pillola abortiva o aumentare il rischio di complicazioni.
  • Allergia ai componenti del farmaco: Se capita di essere allergici ai componenti del farmaco, l’uso della pillola abortiva non è assolutamente consigliato.
  • Disturbi del sangue: Alcune condizioni come la porpora trombocitopenica idiopatica o l’uso di farmaci anticoagulanti possono essere un problema se si assume la pillola abortiva.
  • Assenza medica: L’uso della pillola abortiva richiede la supervisione medica, senza di essa potrebbero verificarsi alcuni problemi.

Prima di assumere la pillola abortiva è fondamentale che le donne discutano con il proprio ginecologo delle proprie condizioni di salute e della storia medica per garantire che non vi siano controindicazioni importanti. La decisione di assumere questo farmaco deve essere informata e basata su una valutazione medica approfondita.

Controindicazioni della pillola abortiva - Foto di JESHOOTS.com/ Pexels.com
Controindicazioni della pillola abortiva – Foto di JESHOOTS.com/ Pexels.com

Quanto costa la pillola abortiva in farmacia?

In Italia, il costo della pillola abortiva varia in base alla regione e alla farmacia. Il costo dell’aborto, incluso il farmaco, è coperto dal Servizio Sanitario Nazionale. Prima di acquistare la pillola è necessario consultare il proprio medico per ottenere informazioni più precise sulla copertura e il costo. In questo momento è quasi impossibile dare un dato preciso che potrebbe variare nel tempo e a seconda del sistema sanitario regionale. In linea generale però, di solito il costo della pillola abortiva va dai 16 ai 26 euro. 

Concludendo, l’aborto e l’utilizzo della pillola abortiva sono temi molto complessi che richiedono un approccio riflessivo e rispettoso. Il dialogo aperto, il rispetto delle scelte individuali e l’accesso ai servizi sanitari adeguati sono fondamentali per garantire la salute riproduttiva e il benessere delle donne di tutto il mondo.