I benefici che non conoscevi delle patate dolci

Ami le patate dolci? In questo approfondimento esamineremo i benefici, spesso sconosciuti, di questo tubero dal gusto speciale.

Patate dolci
I benefici delle patate dolci Foto Shutterstock | KarepaStock

La patata dolce è uno degli ortaggi più antichi. Le pitture rupestri peruviane mostrano che la patata dolce era già nel menu dell’America centrale e meridionale 10.000 anni fa. Si dice che Cristoforo Colombo abbia spedito la patata dolce in Europa nel 1492. Ma dopo questo accenno storico, parliamo dei numerosi benefici di questo tubero, alcuni dei quali sconosciuti.

I benefici delle patate dolci

Piatto di patate dolci cucinate
I benefici delle patate dolci
Foto Shutterstock | Tatiana Bralnina

Vediamo innanzitutto i valori nutrizionali di 100 grammi di patate dolci:

  • calorie 108;
  • acqua 69,2 grammi;
  • carboidrati 24 grammi;
  • proteine 1,6 grammi;
  • potassio 370 mg;
  • fosforo 50 mg;
  • sodio 40 mg;
  • magnesio 18 mg;
  • grassi 0,6 grammi;
  • colesterolo 0

Ecco perché sono così salutari: in 100 g di patate dolci ci sono 24 grammi di carboidrati complessi, molte fibre e quasi nessun grasso e solo 108 calorie!

Fatta eccezione per la vitamina D e la vitamina B12, la patata dolce contiene anche tutte le vitamine. Nessun ortaggio contiene più beta-carotene delle patate dolci. Il beta-carotene viene convertito in vitamina A nel corpo. Già 100 g di patate dolci coprono il fabbisogno giornaliero (8,6 mg/100 g).

La differenza tra le patate normali e le patate dolci

Entrambi i tuberi sono alimenti sani che dovresti assolutamente mettere nel carrello della spesa. Per quanto riguarda le calorie, carboidrati, proteine ​​e grassi, i due tuberi sono molto simili in tutti e quattro i punti. I candidati forniscono anche gli oligoelementi potassio, magnesio e ferro in quantità simili.

Come suggerisce il nome, le patate dolci contengono più zucchero, ma anche sale. Per quanto riguarda le fibre alimentari, le due sono quasi alla pari: 3,1 g per 100 g contro 3 g per 100 g.

La patata dolce contiene maggiori quantità di beta-carotene, vitamina C e vitamina E. La patata classica, invece, contiene maggiori quantità di acido folico e di fosforo.

In termini di indice glicemico e carico glicemico, la patata dolce (11GL) è in vantaggio. Non aumenta i livelli di zucchero nel sangue così rapidamente come la patata classica. Inoltre, il maggior contenuto di fibre, zucchero e sale significa che le patate dolci ti fanno sentire più sazio e più a lungo.