Pancia durissima in gravidanza: ecco quando preoccuparsi

Pancia durissima in gravidanza - tantasalute.it
Pancia durissima in gravidanza – tantasalute.it

Articolo aggiornato il 16 Giugno 2024

Durante la gravidanza, è normale che la pancia diventi tesa e pesante poiché l’utero si espande per accogliere il bambino in crescita. Questo processo è inevitabile e può variare nella sensazione a seconda della fase della gravidanza, del tipo di corpo e persino dell’ora del giorno. La pancia può essere morbida in alcuni momenti e tesa o dura in altri. Un addome rigido può essere un sintomo di travaglio imminente, spesso scatenato dalle contrazioni di Braxton-Hicks, anche se questa non è l’unica ragione.

Pancia durissima in gravidanza: ecco quando preoccuparsi
  1. Cosa vuol dire quando la pancia si indurisce?
  2. Come capire se il parto è vicino?

Durante il periodo di gravidanza, il corpo della futura mamma subisce costanti cambiamenti e possono manifestarsi sintomi nuovi e diversi. Pertanto, è comune sperimentare sensazioni nella pancia che potrebbero essere nuove. Tuttavia, è essenziale comprendere cosa potrebbe indicare un addome duro durante la gravidanza e quando potrebbe essere motivo di preoccupazione. La realtà è che non esiste una ‘normalità’ standard quando si tratta di pance in gravidanza.

Le pance delle donne in gravidanza variano in modo significativo in termini di forme, dimensioni e consistenza. Ogni donna vive la gravidanza in modo unico: alcune sembrano più incinte o mostrano il pancione più precocemente, mentre altre possono avere un addome più piccolo o potrebbero non manifestare una pancia da gravidanza molto prominente. La forma e la consistenza della pancia possono essere influenzate da diversi fattori come gli ormoni, il peso pre-gravidanza, l’altezza, la struttura corporea, il tono muscolare e se questa è la tua prima gravidanza o meno.

pancia in gravidanza - tantasalute.it
pancia in gravidanza – tantasalute.it

Cosa vuol dire quando la pancia si indurisce?

Nel primo trimestre della gravidanza, è probabile che tu non avverta molte differenze evidenti nella tua pancia. Potrebbe essere leggermente gonfia e più grande, simile alla sensazione di gonfiore durante il ciclo mestruale o dopo un pasto abbondante. Man mano che l’utero cresce, inizia a premere contro la parete addominale, conferendo un senso di fermezza all’addome. I muscoli e i legamenti attorno all’utero si allungano, il che può causare crampi lievi. Verso la ventesima settimana di gravidanza, l’utero si trova all’altezza dell’ombelico. Tuttavia, alcune donne potrebbero non avere una pancia notevolmente dura e definita durante la gravidanza, e questo è del tutto normale. Considerando la diversità dei nostri corpi prima e durante la gravidanza, è evidente che ognuna vive questa fase in modo unico.

La consistenza dura della pancia potrebbe anche essere attribuita al gas, un effetto collaterale comune durante la gravidanza. I cambiamenti ormonali rallentano il transito alimentare nel tratto digestivo, causando accumulo di gas. Il rallentamento del processo digestivo permette ai batteri intestinali di produrre più gas. Nel caso in cui si verifichino sintomi preoccupanti come perdite, sanguinamento o dolori, è importante consultare uno specialista in gravidanza, poiché potrebbero essere indicativi di situazioni come travaglio pretermine o aborto spontaneo. Se la pancia è particolarmente dura prima delle 30 settimane di gravidanza, è consigliabile consultare il ginecologo, ma è importante mantenere la calma e fissare un appuntamento senza panico.

La sensazione di pesantezza e rigidità è molto probabilmente un segno della crescita del tuo bambino e dell’utero che si espande e occupa sempre più spazio nel tuo corpo. Alla fine della gravidanza, la misura dalla parte superiore dell’utero all’osso pubico è di circa 40cm. Con l’espansione dell’utero, gli organi interni vengono spinti e comprimono, contribuendo a questa sensazione. La pressione sull’area del diaframma e dei polmoni può causare difficoltà nella respirazione, mentre la pressione dell’utero sulla vescica può aumentare la frequenza delle visite al bagno. L’attività fisica durante la gravidanza può aiutare a muovere il gas e possono essere utili anche alcuni farmaci da banco sicuri. Mangiare cibi ricchi di fibre che favoriscono una buona digestione può essere un’ottima scelta: ad esempio, preferisci la salsa di mele invece di consumare mele intere e opta per spinaci cotti anziché insalata cruda. Alcune donne possono avvertire un maggior disagio con le bevande gassate, in quanto possono contribuire a un accumulo di gas nell’addome.

gravidanza - tantasalute.it
gravidanza – tantasalute.it

Come capire se il parto è vicino?

Se avverti sensazioni di tensione o rigidità che compaiono e scompaiono nello stomaco, potrebbero essere contrazioni di Braxton Hicks. Queste contrazioni, dette anche contrazioni di pratica, sono del tutto normali e servono a preparare il tuo corpo per il travaglio. A volte può essere difficile distinguerle dalle contrazioni reali. Nella fase finale della gravidanza, un addome che si indurisce spesso è un segno di possibile travaglio pretermine, indicando che il travaglio potrebbe iniziare presto.

Le contrazioni di Braxton Hicks si distinguono dal fatto che non sono dolorose, ma regolari e durano circa 30 secondi. Solitamente si verificano più volte al giorno e iniziano nella parte superiore dell’addome, per poi scendere gradualmente. A parte la durezza dell’addome, non sono accompagnate da altri sintomi. Questo processo aiuta l’utero a prepararsi al parto e stimola anche i muscoli del bambino.

Altri sintomi come crampi o dolori acuti su uno o entrambi i lati dell’addome potrebbero essere causati dal dolore al legamento rotondo. Questo avviene quando i legamenti che collegano l’utero alle pareti del bacino si allungano e si stirano man mano che il bambino cresce. Per affrontare questi sintomi scomodi, è consigliabile riposare e praticare tecniche di rilassamento come lo stretching leggero e il bagno caldo. Presta attenzione anche alla tua posizione corporea, poiché cambiarla può spesso alleviare il disagio. Mantenerti ben idratata è fondamentale, quindi assicurati di bere almeno due litri di acqua al giorno. In alcuni casi, se il disagio è molto intenso, il medico potrebbe consigliare farmaci sicuri o integratori come il magnesio.

Sebbene le contrazioni di Braxton Hicks e il dolore ai legamenti rotondi siano normali e non generalmente motivo di preoccupazione, è importante essere consapevoli che crampi o dolore addominale possono talvolta indicare problemi più gravi durante la gravidanza. Ad esempio, possono essere segnali di travaglio pretermine, preeclampsia grave o distacco della placenta. Nel secondo trimestre, il rischio di aborto spontaneo è generalmente più basso, ma è comunque possibile avvertire l’indurimento dell’addome a causa dei movimenti e dei cambiamenti di posizione del bambino. Il disagio può anche verificarsi dopo il rapporto sessuale se la cervice si irrita.