Celiachia, fattore di rischio per l’osteoporosi

L'osteoporosi è una malattia dell'apparato scheletrico che ha come diretta conseguenza un indebolimento dei tessuti, che diventano più fragili e soggetti a rompersi. Nel caso di celiachia, alcuni studi hanno dimostrato che il rischio di sviluppare la fragilità ossea, tipica dell'osteoporosi, è più alto. Scopriamo di più insieme

da , il

    Celiachia, fattore di rischio per l’osteoporosi

    L’osteoporosi è una malattia della terza età che colpisce i celiaci, sembra, in maggior percentuale. Con l’aumento della vita media delle persone vengono a presentarsi più casi di malati di questa o di quell’altra malattia, che per via dello stile di vita attivo anche dopo la mezza età possono creare delle gravi difficoltà a chi ne soffre: si tratta del caso dell’osteoporosi, malattia a carico dell’apparato scheletrico che può rendere permanentemente invalida una persona. Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che la celiachia può aggravare l’insorgere di questa patologia.

    Processi dell’osteoporosi

    L’osteoporosi interessa il tessuto osseo; da anni la letteratura medica ha cercato di individuarne le cause e di studiare i possibili rimedi in fatto di cure e di terapie. L’emergenza prima dal punto di vista medico-sanitario è quella dei costi, il 25% delle donne e il 15% degli uomini ne soffre, non solo in forma lieve, ma più spesso con le relative complicazioni: l’osso, che è un tessuto mineralizzato, con la malattia altera la percentuale dei suoi componenti, si indebolisce e non ha più la capacità di svolgere la sua funzione scheletrica.

    La demineralizzazione ossea diventa via-via un fatto sempre più intenso, fino a che i minerali non riescono più a essere sintetizzati alla stessa velocità di come sono esauriti, fatto che porta l’osso a essere friabile, fragile e qualitativamente differente dalle ossa sane.

    E’ a questo punto che per il malato diventa rischioso qualsiasi trauma, già di per sé l’osso tendenzialmente, con la maturità, smette di consolidare e consuma, in questo modo oltre che consumare, si esaurisce.

    Perché i celiaci sono a rischio osteoporosi

    Il tipo di alimentazione del celiaco ha nel tratto intestinale destinato all’assorbimento del calcio e dei nutrienti, il punto critico per lo sviluppo della malattia: il fatto di dover eliminare dalla dieta il glutine, cioè anche i cibi che lo contengono, elude parte dei nutrienti necessari alla crescita, nonché la malattia causa una generale difficoltà nell’assorbimento delle sostanze, tra cui il calcio.

    Nei casi di osteoporosi idiopatica, per la stretta correlazione, in genere lo specialista tende a consigliare la visita per scovare la malattia celiaca.