Nuova terapia contro il cancro utilizza il virus dell’herpes modificato

Buone notizie per i malati di cancro: una nuova terapia antitumorale che utilizza un virus dell'herpes modificato per attaccare le cellule tumorali ha mostrato risultati promettenti nei primi studi clinici. Scendiamo nei dettagli.

Figlia abbraccia la madre con il cancro e il turbante
Foto Shutterstock | Africa Studio

Buone notizie per i malati di cancro: una nuova terapia antitumorale che utilizza un virus dell’herpes modificato per attaccare le cellule tumorali ha mostrato risultati promettenti nei primi studi clinici.

Il farmaco chiamato RP2 ha fatto guarire completamente un paziente dal cancro, ecco perché i ricercatori sono fiduciosi.

Un paziente confessa che grazie all’herpes è guarito dal cancro

Il paziente di 39 anni Krzysztof Wojkowski di Londra ha affermato alla “BBC” che il suo cancro alle ghiandole salivari aveva continuato a crescere nonostante i numerosi trattamenti.

Fino a quando non si è sottoposto ad un trattamento sperimentale presso l’Institute of Cancer Research nel Regno Unito, con il farmaco RP2. Dopo aver assunto il farmaco per un breve periodo, Wojkowski è guarito completamente dal cancro.

Anche altri pazienti sottoposti alla terapia sperimentale hanno visto i loro tumori ridursi.

Virus dell’Herpes contro il cancro, risultati promettenti

Questi primi risultati sono promettenti, ha affermato Jonathan Zager, ricercatore presso un centro oncologico dello stato della Florida. Il dottore si dice eccitato per questi nuovi risultati.

La terapia sperimentale prevede una forma indebolita di herpes simplex, il virus che causa l’herpes labiale. È stato modificato per attaccare i tumori.

Il virus attacca direttamente il tumore, mentre la maggior parte degli altri farmaci antitumorali ha un effetto sistemico, ovvero si distribuisce in tutto l’organismo.

Una volta infiltrato, il virus si replica fino all’esplosione della cellula cancerosa. La particolarità di RP2 è che non solo distrugge le cellule tumorali, ma attiva anche il sistema immunitario.

Il farmaco funziona in modo simile a T-Vec, una terapia virale che è stata approvata nel 2015 per il trattamento del cancro della pelle avanzato e utilizza anche un virus dell’herpes.

Queste terapie virali mostrano risultati promettenti in pazienti con cancro esofageo avanzato e un raro tipo di cancro agli occhi, ha detto il dottor Harrington alla BBC, secondo il quale questa terapia potrebbe anche funzionare meglio del trattamento T-Vec.