Nausea senza vomito, alcune cause e le domande più frequenti

Ragazzo affetto da nausea
Ragazzo affetto da nausea-Andrea Piacquadio-pexels.com

Articolo aggiornato il 30 Novembre 2023

La nausea è la sensazione spiacevole di dover vomitare, una sensazione che può o meno essere seguita dal vomito effettivo. Alcuni la descrivono come un malessere allo stomaco o una sensazione di instabilità. Esplorando questo argomento in modo approfondito, approfondiremo i sintomi associati a diverse infezioni di origine virale e batterica, altri disturbi come la chinetosi, l’intossicazione alimentare e persino gli ascessi cerebrali. La nausea non è una malattia a se stante, ed infatti nell’articolo ci concentreremo sulle motivazioni, e sulle malattie, che possono indurci a sentire quella orribile sensazione di nausea. Vorrei infatti chiarire che nausea e vomito sono sintomi di una malattia di base, non sono malattie specifiche. La nausea è la sensazione che lo stomaco voglia svuotarsi, mentre il vomito (emesi) è l’atto di svuotamento forzato dello stomaco.

 

Uomo colpito da malessere e nausea
Uomo colpito da malessere e nausea-Gerd Altmann: pexels.com

Intossicazione alimentare o influenza intestinale

Le infezioni gastrointestinali, derivanti da cause come intossicazioni alimentari o virus, rappresentano le ragioni più comuni della comparsa della sensazione di nausea, e dunque è normale provare sensazione di nausea in questi momenti. Molte persone se lo chiedono e mi sembrava doverosa una risposta in tal senso. I sintomi associati possono comprendere: nausea, dolore o crampi addominali, e diarrea. L’intossicazione alimentare si verifica quando una persona consuma cibo o bevande contaminati da virus, tossine o batteri come Salmonella ed Escherichia coli. Virus gastrointestinali come il norovirus o il rotavirus possono essere trasmessi in modo simile. Tuttavia, il rischio di trasmissione aumenta notevolmente in presenza di stretto contatto con individui affetti da tali disturbi.

Discutendo di virus non possiamo non sottolineare che anche moltissime persone affette da Covid-19 hanno affermato di aver vissuto momenti di nausea, che per loro fortuna raramente hanno causato anche vomito. Stando ai dati, infatti circa il 79% delle persone affette da Covid hanno sofferto di tale spiacevole sintomo.

Disturbi digestivi

La gastrite può provocare molti tipi di nausea, così come le ulcere allo stomaco causate dagli acidi gastrici o dall’Helicobacter pylori. Anche la lentezza nella digestione può suscitare sintomi come la nausea, questa è una condizione in cui il cibo viene elaborato più lentamente del solito e spesso è dovuta a farmaci o danni ai nervi, specialmente nelle persone con il diabete. Il reflusso acido che risale nell’esofago (GERD) causa sintomi di risalita acida e di cattiva digestione. La sindrome del colon irritabile (IBS) è caratterizzata da dolori allo stomaco accompagnati da diarrea o stitichezza e talvolta anche da nausea.

La diagnosi e il trattamento dei disturbi digestivi variano a seconda della causa. I trattamenti possono includere farmaci, cambiamenti nella dieta o nello stile di vita e in alcuni casi possono concentrarsi su procedure mediche. È importante consultare un medico per determinare la strategia appropriata per ogni situazione.

Effetti negativi della nausea
Effetti negativi della nausea-Pixabay-pexels.com

Problemi alla cistifellea

La cistifellea, serbatoio della bile prodotta dal fegato per agevolare la digestione dei grassi, rilascia tale liquido durante la digestione attraverso un condotto diretto all’intestino tenue. Un improvviso dolore nella parte destra dell’addome dopo un pasto abbondante è un sintomo caratteristico di un attacco alla cistifellea. Questo dolore di solito si manifesta quando i calcoli biliari, particelle solide, ostruiscono il condotto che trasporta la bile nell’intestino tenue.

In alcuni casi, un forte dolore alla cistifellea può provocare nausea e, più raramente, la sensazione di vomito. Se avverti nausea durante o dopo un dolore alla cistifellea, è importante consultare immediatamente un medico. Questi sintomi possono indicare un’infiammazione o un’infezione nella cistifellea, nel fegato o nel pancreas. L’accesso rapido alle cure mediche è essenziale per una valutazione accurata e un intervento tempestivo.

Come curare la sensazione di nausea?

Questa è una delle domande che si pone la maggior parte delle persone che soffrono di questo problema, proviamo quindi a dare qualche consiglio utile. La nausea in sé non è una malattia, ma una condizione che deve essere trattata per eliminarla. Per ridurre i sintomi di questa malattia, potresti prendere in considerazione l’idea di bere acqua in aggiunta ai farmaci da banco consigliati dal tuo medico. Queste opzioni includono tè al succo di limone, tè allo zenzero e camomilla calda, che sono modi semplici ma efficaci per alleviare la nausea.