Mestruazioni scure: cause e rimedi

Cause e rimedi per le mestruazioni scure? Scopriamo un po' di più circa il ciclo mestruale di colorazione marrone

Mestruazioni

Mestruazioni
Cause e rimedi per le mestruazioni scure? Ad alcune donne capita, a volte, di avere un ciclo mestruale tendente al marrone e spesso ci si preoccupa particolarmente, sebbene non sempre ce ne sia motivo. Bisogna saper interpretare i sintomi e rivolgersi, in ogni caso, al proprio ginecologo per ulteriori accertamenti, in modo tale da potersi tranquillizzare, escludendo gravi patologie. Quali sono le cause delle mestruazioni marroni? Quali i rimedi? Scopriamo un po’ di più circa il ciclo mestruale in questi casi.

Continua a leggere
Continua a leggere

Cause

Si sa che le mestruazioni subiscono variazioni sia durante il ciclo mestruale stesso, che durante la vita di una donna: età ed altri fattori, ad esempio, possono portare dei cambiamenti normali e non per questo allarmanti. C’è chi soffre di mestruazioni lunghe – con sintomi, cause e rimedi precisi – c’è chi ha mestruazioni abbondanti – risolvibili, a volte, con rimedi naturali – e c’è chi può assistere alla comparsa di un ciclo mestruale scuro. Premettendo che una visita ginecologica è sempre bene farla – con tutti gli esami del caso – orientativamente, non vi è motivo di preoccuparsi, se si manifesta un ciclo mestruale più scuro del solito: può trattarsi, infatti, anche di semplici irritazioni o infiammazioni. Quando le mestruazioni volgono al termine, il sangue rimasto all’interno della vagina e sull’utero può essere espulso, come processo naturale di pulizia del corpo: in questo caso, ad esempio, il cambio di colore può essere imputato semplicemente al tempo trascorso ed il colorito marrone ne è la normale conseguenza, trattandosi di sangue “vecchio”. Durante la gravidanza, poi, può presentarsi la perdita di macchie scure: la fecondazione di un ovulo, infatti, può causare il danneggiamento del rivestimento dell’utero – ricco di sangue – portando a delle perdite marroni; ciò può avvenire, più o meno, a 6-12 giorni dall’ovulazione. Anche l’insorgere della menopausa può causare perdite marroni – a volte, anche gialle – insieme a secchezza vaginale. Nonostante questi casi siano nella norma, possono esserci cause più gravi: se vi è, ad esempio, un’eliminazione disfunzionale dell’endometrio, i sintomi continueranno anche molti giorni dopo la fine delle mestruazioni; una malattia infiammatoria pelvica può, poi, portare perdite scure – oltre a mancanza di appetito, infertilità e dolori addominali – e tra i disturbi da citare, vi sono anche le verruche genitali – associate a prurito e bruciore – la gonorrea, la clamidia e l’endometriosi. Infine, anche la presenza di determinate allergie, cisti dell’utero, polipi e fibromi – piccoli tumori benigni – lesioni cancerose, malattie autoimmuni, tossicodipendenza, stress, depressione, disturbi dell’alimentazione, l’uso di determinati contraccettivi e minzioni e defecazioni anomale possono essere sintomi o cause di qualcosa di più preoccupante.

Rimedi

I rimedi variano, ovviamente, da caso a caso. Se si tratta di endometriosi bastano un intervento tempestivo ed un trattamento adeguato. In casi di stress, depressione o disturbi alimentari, per esempio, occorrerà agire su questi problemi per poter risolvere: l’equilibrio dell’organismo – seguire un’alimentazione sana, fare dell’attività fisica, dormire almeno 8 ore e rilassarsi, evitando situazioni di stress – è una condizione fondamentale per il benessere e la salute del nostro corpo. Infine, eseguire il PAP test almeno ogni 2 anni – dopo i 25 anni di età – può aiutare nella prevenzione del tumore all’utero, evitando gravi conseguenze.