Mestruazioni: il ciclo può cambiare con l’estate? Tutto quel che c’è da sapere

Mestruazioni e caldo
Mestruazioni e caldo, cosa succede al corpo (tantasalute.it)

Articolo aggiornato il 10 Novembre 2023

Il caldo, l’estate e il cambiamento climatico possono influire sul ciclo mestruale ma bisogna comunque fare molta attenzione.

In estate, secondo gli esperti, può capitare che il ciclo arrivi prima o dopo, che i crampi non riguardino solo i giorni prima del ciclo ma addirittura settimane prima.

In alcuni casi è un disturbo lieve, in altri invece è un problema più gravoso. Le mestruazioni restano comunque uguali ma c’è un impatto diverso sul corpo.

Mestruazioni: caldo e ciclo, cosa cambia

Il ciclo, a partire dalla prima mestruazione, resta più o meno invariato quindi non dovrebbero esserci grandi cambiamenti. Tuttavia può sempre capitare, sia per lo stress che per altre questioni, la cosa importante è capire se si tratta effettivamente di una questione legata al caldo o se ci sono altre patologie.

ciclo in estate cosa cambia
Come combattere i dolori del ciclo in estate (tantasalute.it)

Nei mesi estivi oltre ad avere i classici sintomi – quindi dolore e tensione – potrebbero esserci altri problemi connessi come debolezza, svenimenti e pressione bassa. Vale quindi la pena fare attenzione all’alimentazione per introdurre tutti gli ingredienti necessari e sostenere il corpo, l’eventuale uso di un integratore, abbigliamento comodo e fresco. Quando fa molto caldo capita che il flusso cambi. Quando è molto intenso allora si parla di polimenorrea. Questa situazione è molto comune e non è preoccupante, se però subentra improvvisamente con il caldo estivo e poi dura, allora è importante rivolgersi ad un medico per capire se ci sono altri problemi. Gli squilibri ormonali, le patologie della tiroide ma anche fibromi e polipi possono dare questo tipo di problemi.

Un ciclo regolare è di 28 giorni, ovviamente questo può arrivare leggermente prima o dopo, ci sono donne che lo hanno regolarmente ogni 26 giorni oppure ogni 30, è una questione soggettiva. In estate si nota un cambiamento nella regolarità, se anticipa anche di una settimana quindi non bisogna spaventarsi. È anche un fattore legato ai ritmi che cambiano, alla dieta variata, alla maggiore o minore sedentarietà e attività fisica. Essendo quindi qualcosa di regolare che lavora con il nostro corpo, subisce sbalzi improvvisi se cambiamo le abitudini, ed è del tutto normale.

Le donne che assumono la pillola nel periodo estivo possono notare gonfiore, fastidi alle gambe e altri problemi di questo tipo. La cosa importante, quando si notano variazioni improvvise, è sempre parlare con il medico ed evitare il fai da te in vista dell’estate. Eventuali cambiamenti e anomali possono essere la spia di un problema e non vanno sottovalutati.