Melone: proprietà e valori nutrizionali

Il melone è un frutto dalle tante proprietà e i cui valori nutrizionali sono evidenti. E’ antistress, è ottimo per combattere il caldo, ed è un antiossidante a tutti gli effetti perché contrasta l’attività dei radicali liberi. Inoltre fa bene alle ossa e alla pelle, stimolando perfino l’abbronzatura naturale. Ecco perché, specialmente in estate, non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole. Tutti i benefici del melone sono rapportabili agli elementi dai cui è composto, che determinano anche i suoi valori nutrizionali: acqua, vitamine e sali minerali, potassio, fosforo e calcio. Del melone esistono diverse varietà, che forse non tutti conoscono. Scopriamo le proprietà del melone per inserirlo subito nella nostra alimentazione.

Questa pagina contiene:

Le proprietà nutrizionali

Melone: proprietà e valori nutrizionali

Per quanto riguarda i valori nutrizionali del melone, dobbiamo ricordare la seguente composizione, che vale per ogni 100 grammi di prodotto: 7.4 grammi di carboidrati, 0.2 di grassi, 0.8 di proteine, 0.7 di fibra, per un totale di 33 Kcal. Per più del 90% il melone è formato di acqua, ecco perché riesce a garantire una buona idratazione di tutto l’organismo.

ElementoQuantità per 100 gr di melone
Calorie33 kcal
Carboidrati7,4 gr
Zuccheri 7,8 gr
Grassi0,2 gr
Colesterolo 0 gr
Proteine0,8 gr
Potassio267 mg
Sodio16 mg
Magnesio12 mg
Fosforo12 mg
Calcio9 mg
Ferro0,2 mg
Vitamina A189 mcg
Vitamina C36,7 mg

I benefici del melone

Il melone vanta benefici e proprietà davvero uniche: ricco di acqua, insieme all’anguria è uno dei frutti più dissetanti e diuretici dell’estate, contenendone ben il 90%. Si tratta di un frutto poco calorico e perfetto come spuntino o come pranzo light se abbinato a delle proteine; il melone è ricco di sali minerali, come magnesio e potassio, e quindi ha un’alta azione rigenerante. Essendo privo di colesterolo, è alleato di circolazione e cuore: scopriamo insieme tutte le proprietà del melone.

Proprietà antistress

Il melone è un rimedio efficace contro lo stress. Una ricerca condotta dalla dottoressa Marie-Anne Milesi ha individuato il ruolo antistress svolto dell’antiossidante superossido dismutasi. Si tratta di un enzima in grado di trasformare le sostanze pericolose per l’organismo. In questa maniera anche la fatica è avvertita meno, aiutando contro la stanchezza provocata dal caldo.

Proprietà antiossidanti

Le proprietà antiossidanti del melone sono assolte soprattutto dalla vitamina A e dalla vitamina C. la prima si presenta sotto forma di carotenoidi, i pigmenti naturali che conferiscono al melone il colore tipico. I carotenoidi contrastano i radicali liberi, ritardano l’invecchiamento cellulare e prevengono differenti malattie.

Proprietà per il sistema nervoso

Attraverso il suo elevato contenuto di vitamina B6, il melone può essere di valido aiuto per il sistema nervoso. Questa vitamina si dimostra importante per tenere sotto controllo il nervosismo e l’irritabilità, ma anche per evitare i disturbi del sonno e le difficoltà di apprendimento.

Proprietà rigenerative

La vitamina C contenuta nel melone svolge una funzione di primaria importanza nella formazione del collagene, e in questo modo si rivela importante per favorire la guarigione delle ferite, delle ustioni, e dei tagli.

Proprietà per le ossa

Il fosforo e il calcio, presenti in abbondanza nel melone, riescono a garantire un’adeguata azione di protezione per le ossa, contribuendo in modo notevole al loro rafforzamento. Anche l’osteoporosi può essere prevenuta grazie ai benefici di questo frutto.

Proprietà per la circolazione

Il melone ha effetti anche a vantaggio dell’apparato cardiocircolatorio. Tutto merito del potassio, che si trova soprattutto nella polpa del frutto e che riesce a favorire la circolazione sanguigna, con ripercussioni positive sul controllo della pressione arteriosa.

Proprietà cosmetiche

Il melone è un alleato della bellezza, perché ha un utilizzo importante anche nella cosmesi, in quanto riesce a tonificare e a rendere morbida la pelle. L’uso del melone può essere determinante per mettere a punto una maschera fai da te per le pelli secche. Serve 1 dl di succo centrifugato da mescolare ad 1 dl di acqua e ad 1 dl di latte intero. Il composto va conservato in frigorifero, per poi essere applicato sulla pelle.

Proprietà abbronzanti

Il melone è ricco di betacarotene, il quale riesce a favorire l’abbronzatura. Il betacarotene aiuta l’organismo a produrre la melanina, la quale è la diretta responsabile dell’aspetto dorato della pelle in estate, quando ci si espone ai raggi del sole.

Proprietà dietetiche

Il melone è un frutto ipocalorico, che può essere inserito perfettamente in dieta. Teniamo presente che per 100 grammi di melone ci sono 33 calorie. D’altro canto non dobbiamo dimenticare che il melone è ricco anche di fibre e questo conferisce ad esso un elevato potere saziante.

Proprietà per l’intestino

L’alto contenuto di fibre del melone permette di riattivare l’intestino pigro, migliorando notevolmente il transito intestinale e combattendo quell’effetto tipico del gonfiore addominale, che avvertiamo dopo aver mangiato.

Proprietà per la gravidanza

Il melone contiene buone quantità di acido folico, un nutriente consigliato in gravidanza per la prevenzione della spina bifida, una grave malformazione genetica per cui è l’unica cura preventiva.

Come scegliere un melone maturo

Molti si chiedono come fare per scegliere un melone maturo, quindi succoso e perfetto per essere gustato subito. Il trucco è quello di “bussare” sul melone e prestare attenzione al suono che ne ricaviamo: se è vuoto, allora il frutto non è ancora giunto a maturazione mentre se il suono è sordo, allora il melone è maturo.

Oltre al suono, prestate attenzione anche all’odore: se profuma, allora è pronto per essere mangiato, altrimenti no.

Altro metodo richiede l’osservazione del piccolo: quando si sta per staccare ed è morbido, allora significa che il melone è maturo, in caso contrario il frutto sarà ancora acerbo.

Come mangiare il melone

Il melone è famoso per il piatto estivo che lo vede protagonista insieme al prosciutto crudo, ma non tutti sanno che oltre ad antipasti e macedonie, il melone può essere cucinato per dare vita a marmellate e conserve. E’ ottimo anche in dessert, sorbetti e centrifughe.

Varietà

Prima di tutto, una curiosità: non tutti sanno che il frutto che finisce sulle nostre tavole, più buono e profumato, è l’esemplare “maschio” del melone. Si riconosce perché dalla parte opposta del picciolo vi è un puntino di colore nero.

In commercio, poi, è possibile trovare più di una varietà di melone estivo:

  • Melone retato

Questa tipologia di melone ha una polpa di colore molto giallo e di intensa tonalità, molto profumato. Si riconosce perché la buccia è appunto cosparsa di intrecci di linee che formano una sorta di rete.

  • Melone cantalupo

Questo melone, rispetto all’altra varietà, ha la buccia più chiara ed è meno profumato, è però più liscio e la sua buccia non presenta linee in rilievo.

Esiste, anche se non è così conosciuto, il melone invernale, cioè il melone bianco, così detto per il colore della sua polpa. Anche questo frutto viene raccolto in estate, ma può essere consumato anche diversi mesi più tardi, in inverno appunto. Non è profumato come il melone estivo e si riconosce perché la sua buccia è gialla con striature verdi.