Melograno: proprietà nutrizionali, benefiche e controindicazioni

Il melograno ha molte proprietà nutrizionali e benefiche per il nostro organismo, ma purtroppo porta con sé anche alcune controindicazioni, per cui è meglio prestare attenzione al suo consumo. E’ un frutto tipico del periodo invernale che contiene importanti sostanze nutritive, come calcio, ferro, potassio e vitamina C. Grazie al suo sapore dolce con una nota aspra, si presta bene alla preparazione di diversi piatti, sia dolci che salati. E’ ricco di antiossidanti e vitamine, oltre che di calcio e acqua, il che lo rende particolarmente idratante e detossinante. Ma quali sono tutti i benefici e le controindicazioni del melograno? Scopriamolo insieme nell’articolo che segue.

Questa pagina contiene:

I valori nutrizionali del melograno

melograno proprieta
Foto di GoncharukMaks/Shutterstock
Sostanze nutritiveQuantità per 100 grammi di prodotto
Acqua77,93 g
Grassi1,17 g
Acidi grassi saturi0,1 g
Acidi grassi polinsaturi0,1 g
Acidi grassi monoinsaturi0,1 g
Colesterolo0 mg
Sodio3 mg
Potassio236 mg
Carboidrati19 g
Fibra alimentare4 g
Zucchero14 g
Proteine0,8 g
Vitamina C10,2 mg
Calcio10 mg
Ferro0,3 mg
Vitamina B60,1 mg
Magnesio12 mg
Vitamina K16,4 µg

Il melograno è ricco di antiossidanti, vitamina C (un solo frutto contiene quasi il 20% dell’intero fabbisogno di un uomo adulto), vitamina K, potassio, carboidrati e grassi. Il melograno è anche ricco di altri minerali, tra cui ferro, calcio, magnesio.

Le calorie

Un frutto di melograno conta solo 65 kcal. per 100gr, per questo è un alimento particolarmente consigliato nelle diete ipocaloriche, non solo per la poca quantità di calorie, ma anche per i suoi eccellenti valori nutrizionali.

I benefici del melograno

Il melograno non è solo un dolcissimo frutto ottimo da mangiare, ma vanta molteplici proprietà e benefici per tutto l’organismo, sia all’interno che all’esterno. Ma quali sono tutte le proprietà benefiche del melograno? Scopriamolo insieme.

Proprietà antitumorali

Il melograno è ben noto per le sue proprietà antitumorali: grazie all’elevata quantità di polifenoli e tannini, il melograno svolge una potente azione preventiva contro l’insorgenza di tumori, inibendo la proliferazione dei radicali liberi. Da recenti studi sono stati rilevati effetti contrastanti contro il tumore al seno e alla prostata.

Inoltre, le antocianine presenti nel succo del melograno svolgono un’azione protettiva nei confronti dei dannosi raggi UV, i principali responsabili dei tumori alla pelle.

Proprietà per il cuore

Le sostanze nutritive presenti nel melograno proteggono la salute del cuore: il succo di melograno ha proprietà anticoagulanti, e aiuta a ridurre il rischio di aterosclerosi. Questa proprietà si rivela utile anche come prevenzione delle patologie cardiovascolari.

Un consumo quotidiano di succo di melograno aiuta a ridurre il livello di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue, promuovendo la formazione del colesterolo HDL e migliorando la stato di salute generale dell’apparato cardiovascolare.

Proprietà per l’apparato digestivo

Il succo di melograno aiuta a contrastare la nausea, la stitichezza e a combattere i parassiti intestinali, come il verme solitario. Con i semi sminuzzati si prepara un decotto utile per contrastare la diarrea e i crampi addominali.

Inoltre, il succo di melograno è utile in caso di inappetenza negli adulti e nei bambini.

Proprietà per la pressione

Il melograno aiuta a mantenere il sangue della giusta fluidità, favorendo la corretta circolazione sanguigna. Un regolare consumo di succo di melograno aiuta a regolarizzare la pressione alta e diminuire così il rischio di infarti, trombi e ictus.

Proprietà per la menopausa

Il succo di melograno si rivela utile anche contro i sintomi della menopausa, alleviando le vampate di calore, gli stati depressivi e rafforzando l’apparato scheletrico. Inoltre, il succo di melograno è utile anche per calmare i sintomi della sindrome pre-mestruale.

Proprietà antiossidanti

Il melograno è ricchissimo di antiossidanti: gli antiossidanti svolgono un’azione protettiva sulle cellule, bloccando la proliferazione dei radicali liberi, i diretti responsabili dell’invecchiamento cellulare e dell’insorgenza di cellule tumorali. Gli antiossidanti, inoltre, prevengono l’accumulo di colesterolo cattivo nelle arterie.

Proprietà depurative

La spremuta di melograno è un’ottima bevanda depurativa, grazie alle vitamine e i sali minerali presenti in esso. Per godere dei benefici delle sue proprietà depurative, è necessario consumare almeno n bicchiere di succo di melograno al giorno.

Proprietà per i reni

Grazie alle sue proprietà depurative, il melograno libera i reni e le vie urinarie dalle scorie e le tossine che si accumulano con l’alimentazione, l’aria, l’acqua e lo stress. Grazie a questa proprietà, il melograno previene l’insorgere di patologie renali e infezioni urinarie.

Proprietà per il sistema immunitario

L’abbondanza di vitamina C contenuta nel melograno, lo rende un alimento perfetto per rafforzare il sistema immunitario. In caso di raffreddore, influenza, infezioni virali e batteriche, consumare il melograno fresco può contribuire alla guarigione e prevenirne future insorgenze.

Proprietà contro l’Alzheimer

Recenti studi hanno dimostrato che bere regolarmente un bicchiere di succo di melograno aiuta a prevenire l’insorgere dell’Alzheimer. Questo grazie all’azione antinfiammatoria e antiossidante che il melograno esercita sul nostro organismo, soprattutto sui tessuti connettivi.

Proprietà cosmetiche

Il melograno, grazie alla capacità di favorire la circolazione sanguigna, contribuisce a migliorare l’aspetto della pelle, rendendola più giovane. Questo perché contribuisce alla rigenerazione cellulare favorendo la riparazione dei tessuti.

Inoltre, grazie all’alto contenuto di antiossidanti, il melograno rallenta il processo di invecchiamento cellulare e riduce la comparsa delle rughe e delle macchie tipiche dell’invecchiamento. Il succo di melograno è ottimo per curare la pelle acneica e si rivela utile contro la pelle grassa.

Come si mangia il melograno

Per godere appieno delle proprietà del melograno, la cosa migliore da fare è consumare i chicchi freschi oppure spremuti a mano.

Spesso ci si chiede come sgranare il melograno in modo corretto, e la risposta è più semplice di quello che si può immaginare: basta schiacciare leggermente il frutto ancora chiuso in modo da far staccare i chicchi dalla parte bianca, tagliarlo a metà e colpire l’esterno con un cucchiaio. In questo modo i chicchi cadranno dalla propria sede senza alcuna fatica!

Le ricette con melograno più sane

Il melograno viene impiegato nella preparazione di diversi piatti: il suo sapore dolce, con una nota leggermente aspra, si sposa bene con primi piatti, portate di carne o di pesce e, naturalmente, dessert di ogni genere.

Con i chicchi del melograno si possono preparare dei buonissimi smoothie da consumare a colazione oppure come una merenda nutriente, perfetta anche per i bambini: basterà frullare i chicchi con un vasetto di yogurt al naturale, aggiungere un cucchiaino di miele o sciroppo d’agave e il gioco è fatto.

Il melograno si presta bene soprattutto nella preparazione di cous cous, quinoa e risotti: il suo sapore dolce si accompagna perfettamente a formaggi stagionati come il grana, il parmigiano o il gorgonzola.

Con il melograno si possono preparare secondi piatti di carne e di pesce: il piacevole retrogusto leggermente aspro dei chicchi è perfetto per preparare delle buonissime scaloppine al limone, mentre il succo di melograno si può utilizzare per bagnare il pesce durante la cottura al forno.

I chicchi e il succo del melograno sono ottimi anche per la preparazione di torte, come la crostata di marmellata di melograno e dolci al cucchiaio, come creme caramel, budini e pudding.

Altrimenti, anche la tisana al melograno è una bevanda perfetta per gustare appieno questo frutto e godere delle sue proprietà: basterà lasciare i chicchi in infusione e poi filtrare la bevanda.

Controindicazioni

Il consumo eccessivo dell’estratto di corteccia di melograno – componente che si trova in alcuni integratori alimentari – può provocare una leggera intossicazione, che si manifesta con lievi vertigini, nausea, mal di testa, sonnolenza.

Nel caso in cui si stia assumendo una terapia a base di farmaci anticoagulanti, è preferibile consultare il proprio medico prima di assumere il frutto o il succo di melograno.

Origini e caratteristiche

Il melograno, il cui nome scientifico è Punica Granatum, è originario del sud-ovest asiatico e appartiene alla famiglia delle Punicaceae. Si presenta come una pianta cespugliosa, con una buccia coriacea gialla, foglie allungate verdi, fiori rossi e un frutto (melagrana) costituito da chicchi succosi, leggermente aspri, ricchi di sali minerali, acqua e vitamine. Le diverse varietà di melograno si suddividono in zuccherine, agrodolci e acide.

Questo frutto cresce bene nelle zone a clima mite, ma può essere coltivato anche in quelle con clima più fresco (purché sia coltivato in posizione riparata). In Europa viene coltivato in Spagna e in Italia dove, però, si trovano unicamente varietà dolci: Alappia, Dente di Cavallo, Melograno Dolce, Neirana, Profeta Partanna, Racalmuto, Ragana e Selinunte.

Le proprietà benefiche del melograno erano già note nei tempi antichi: la radice cotta nel vino veniva usata come vermifugo e la buccia veniva utilizzata in caso di intestino pigro.