Massaggi: l'Hawaiano

Il massaggio hawaiano fa bene allo spirito e al corpo, e secondo la tradizione aiuta a mantenere vivo il flusso di energia, che deve sempre scorrere per garantire un buono stato di vita, secondo la tradizione Hula.

Articolo aggiornato il 29 Giugno 2008

Pensare alla Hawaii porta a fare viaggiare la mente, sognando un paradiso di serenita’ e di pace, con onde placide che ipnotizzano, l’armonia della mente con lo spirito dell’oceano, nella pulizia di un paradiso pulito e incontaminato. E cosi’ e’, anche per quanto riguarda le cure di bellezza e di rilassamento che arrivano direttamente da quelle terre.
Quello di cui parliamo oggi e’ il massaggio Hawaiano, che serve per rilassare, curare il mal di schiena, curare lo stress e il nervosismo. Il massaggio Hawaiano viene eseguito da due o tre persone insieme, che lavorano sullo stesso soggetto, con movimenti molto lenti e molto pacati, ritmici e intensi, che sono fatti con le mani e con la parte dell’avambraccio. 
 
Il massaggio Hawaiano assomiglia allo Shatsu, ma e’ fatto da piu’ persone in contemporanea, e per questo offre un completo stato di relax e un risultato ottimale. Insieme al massaggio il soggetto riceve anche il beneficio della musicoterapia, che consiste in una filodiffusione di armonie dedicate a tema, che aiutano a raggiungere l’optimum. 
 
Prima di eseguire i massaggi vengono applicate delle pietre sul corpo e poi vengono fatti i massaggi prima dietro il collo e dietro la testa, poi lungo la schiena e infine alle estremita’; infine dopo aver rilassato la parte posteriore, si passa alla parte anteriore. 
 
Con questa tecnica si riattivano sia il sistema circolatorio, stimolato contemporaneamente in varie parti, che quello dgestivo e muscolare, secondo i risultati verificati ci sarebbero importanti risvolti anche a livello dell’apparato linfatico, anche se i risultati principali si vedono a livello di sistema nervoso e muscolare
 
Alla base di questo genere di terapia c’e’ la filosofia Huna, che si traduce in ricerca di pace e di armonia, e ricerca di amore. Se un fatto blocca l’energia, allora tutto il corpo sara’ bloccato.  
 
Sulla base di questo principio l’energia va liberata, ripristinare il flusso vuol dire ricominciare a vivere bene, mantenere il blocco del flusso energetico vuol dire, al contrario interrompere la vita. 
 
Per questo il terapeuta durante il massaggio danza la Hula e si accompagna sempre e rigorosamente con i ritmi tipici dei luoghi d’origine di questa pratica: dicono i massaggiatori che “una giusta respirazione e i movimenti Hula aiutano a ristabilire un alto flusso di energia”.