Le erbe medicinali riservano molte sorprese: diversi principi ancora non scoperti

Nell’ambito delle piante medicinali ci sono ancora molti principi che non sono stati studiati e che potrebbero essere impiegati per la produzione di nuovi farmaci

erbe medicinali principi attivi

erbe medicinali principi attiviLe erbe medicinali presentano molti principi attivi che non sono stati ancora scoperti. Il professor James S. Miller, Decano e Vice Presidente per la Scienza al Botanical Garden di New York, ha messo in evidenza che sono ancora almeno 500 le sostanze chimiche che potrebbero essere utilizzate per mettere a punto nuovi farmaci, ma non sono ancora state studiate attentamente. È una questione di numeri, come ha dimostrato l’esperto, calcolando un esatto rapporto fra le piante utilizzate nella farmacologia e quelle esistenti in tutto il nostro pianeta.

Continua a leggere
Continua a leggere

Ecco che cosa ha detto il professor Miller a questo proposito:
 
“Questi calcoli indicano che c’è un valore significativo nel continuare a studiare le piante per la scoperta di nuovi composti attivi utili in medicina. La biodiversità delle piante non si è ancora esaurita e vi è ancora un grande potenziale nel mondo vegetale.”
 
I rimedi naturali possono essere considerati un punto di riferimento importate e le erbe officinali possono trovare un largo impiego. Ma non dimentichiamoci che le piante mediche costituiscono in molti casi anche la base per realizzare i medicinali che vengono utilizzati per la cura delle più varie patologie.
 
Il professor Miller mette in evidenza che nelle piante ci sono delle sostanze almeno pari a tre volte in più rispetto a quelle fino ad ora utilizzate per la produzione dei trattamenti farmaceutici. All’argomento è stato dedicato un interessante articolo: “The Discovery of Medicines from Plants: A Current Biological Perspective”, che è stato pubblicato su “Economic Botany”.
 
Foto di dushko_djr