Il latte materno delle donne vaccinate è ricco di anticorpi che proteggono i bebè

Uno studio dell'Università della Florida ha evidenziato come nelle mamme vaccinate il tasso di anticorpi presenti nel latte sia altissimo: uno strumento di difesa molto importante per i neonati

Foto Pexels | Wendy Wei

Per le donne che allattano il vaccino è assolutamente sicuro, anzi, potrebbe essere estremamente consigliato. Se infatti non ci sono tracce di vaccino nel latte, come indicato da uno studio dell’Uuniversità di San Francisco, è invece stato rilevato un altro tasso di anticorpi, che vengono passati al neonato e che potrebbero proteggerlo da Covid.

Questo è quanto emerso da uno studio svolto dall’Università della Florida e finanziato dal Children’s Miracle Network, pubblicato su Breastfeeding Medicine. è stato svolto a cavallo tra dicembre 2020 e marzo 2021 e ha interessato alcune professioniste del settore medico, che ha avuto accesso ai vaccini Pfizer e Moderna prima del resto della popolazione. In totale sono state 21 le operatrici in fase di allattamento coinvolte e che non avevano contratto in precedenza il Coronavirus.

Latte materno: dopo due dosi di vaccino, contiene 100 volte più anticorpi

Sono stati analizzati sangue e latte delle donne prima della vaccinazione, dopo la prima dose e dopo la seconda: è emerso un elevato numero di anticorpi, addirittura 100 volte superiori dopo aver completato il ciclo vaccinale rispetto a prima di ricevere la prima dose.

Questo renderebbe il latte ancora più utile per la crescita del bambino: ricco di tutti i nutrienti fondamentale per farlo crescere e sviluppare forte e sano, in questo caso potrebbe migliorare anche il sistema immunitario del bebè in maniera in passiva. UN aspetto molto positivo visto che nei neonati è ancora non del tutto sviluppato, rendendoli di fatto più vulnerabili alle infezioni e alle malattie in generale. Per questo motivo non possono sottoporsi a determinati vaccini come quello del Covid visto che non sono ancora abbastanza forti per rispondere adeguatamente, e perciò questo latte materno ricco di anticorpi potrebbe essere una prevenzione di fondamentale importanza, soprattutto in questo periodo storico. 

Secondo Josef Neu, uno degli scienziati che ha partecipato alla ricerca, i risultati dello studio suggeriscono fortemente che i vaccini possono aiutare a proteggere sia la mamma che il bambino, un altro motivo che può convincere le donne in gravidanza o in allattamento a farsi vaccinare. Inoltre, i dati raccolti sono l’ennesima conferma di quanto appurato anche da altre ricerche sull’argomento: il vaccino non è  dannoso per le neo-mamme in fase di allattamento.

Il prossimo obiettivo dei ricercatori, ha spiegato Joseph Larkin, autore senior dello studio, sarà capire se i neonati che si nutrono con questo latte materno sono protetti a tutti gli effetti dal Covid e capire quanto gli anticorpi resistano nel latte materno e quanto siano efficaci contro il virus.