La dieta per le maniglie dell'amore: cosa mangiare per evitarle

dieta per le maniglie dell'amore

dieta per le maniglie dell'amore

Qual è la dieta per le maniglie dell’amore? Cosa mangiare per evitarle? Queste riserve di grasso che si formano sulla zona dei fianchi sono viste come un vero e proprio inestetismo che si rivela fastidioso. Proprio questi punti del corpo sono difficili da modellare, perché questi cuscinetti di grasso possono essere smaltiti soltanto con la costanza dell’esercizio fisico e dell’alimentazione regolata. Essa assume un ruolo fondamentale, se si vuole perdere qualche chilo di troppo, puntando al dimagrimento localizzato.

Continua a leggere
Continua a leggere

La dieta corretta

Più che rinunciare a tutto, contro le maniglie dell’amore bisogna evitare o limitare alcuni cibi in particolare, quelli che favoriscono l’accumulo di grasso:

  • cibi molto conditi,
  • fritti,
  • dolci,
  • grassi di origine animale, come quelli derivanti dal consumo di uova, burro, formaggi e insaccati,
  • pane e pizza, che forniscono carboidrati in grado di essere subito sintetizzati e rilasciare calorie in maniera immediata, senza che l’organismo debba intaccare le riserve dei grassi.

Bisognerebbe, inoltre, portare avanti una dieta bilanciata ricca di frutta e di verdura, preferibilmente quelle di stagione, perché forniscono vitamine e sali minerali, di cui l’organismo ha bisogno, che depurano e combattono i gonfiori.

Gli alimenti consigliati

Alcuni cibi in particolare sono da preferire, se si vogliono smaltire subito i grassi in eccesso che si accumulano nella zona dei fianchi:
arance amare – sarebbero da mangiare soprattutto a colazione. Esse contengono fenilefrina, un composto che riesce ad attivare il metabolismo anche quando siamo a riposo. Non bisogna esagerare, soprattutto se si soffre di ipertensione;
pompelmo – uno studio dell’Università dell’Arizona ha messo in evidenza che mangiare pompelmo tutti i giorni o berne il succo è molto utile per chi è in sovrappeso. Questo frutto riduce anche il colesterolo;
peperoncino – il segreto dimagrante del peperoncino consiste nella capsaicina, un composto che dona a questo vegetale quel caratteristico sapore piccante. La capsaicina è in grado di accelerare il metabolismo e di ridurre la sensazione di fame. Inoltre questa sostanza, come ha provato la ricerca scientifica, è in grado di stimolare la produzione di proteine che hanno il compito di scomporre i grassi e di inibire il loro eccessivo accumulo nel corpo;
aceto di mele – l’aceto di mele è particolarmente apprezzato per le sue proprietà dimagranti. Alcuni studi condotti negli Stati Uniti hanno confermato che questa varietà di aceto riduce il colesterolo “cattivo”, aiuta a ripulire le arterie e favorisce la perdita del grasso addominale.

Continua a leggere
Continua a leggere