L’agricoltura sostenibile Findus per un’alimentazione responsabile

Findus abbraccia l'agricoltura sostenibile consapevole di quanto sia importante portare in tavola prodotti sani e responsabili, sia per salvaguardare il benessere dei consumatori sia per proteggere il futuro del pianeta.

da , il

    L’agricoltura sostenibile Findus per un’alimentazione responsabile

    L’espressione agricoltura sostenibile significa in primis rispetto dell’ambiente e delle risorse umane, valori portanti dell’azienda Findus che oggi ribadisce il proprio impegno in tale direzione aderendo alla Sustainable Agriculture Iniziative Platform (SAI), la maggiore iniziativa globale dedicata allo sviluppo dell’agricoltura sostenibile.

    Lo scopo è di primaria importanza, in questo mondo in profondo cambiamento: salvaguardare non solo l’ambiente attraverso l’agricoltura sostenibile, ma anche le condizioni sociali ed economiche degli agricoltori coinvolti, dei dipendenti e delle comunità locali, perseguendo un’ideale di sostenibilità a 360 gradi.

    Findus e i suoi standard di agricoltura sostenibile

    agricoltura sostenibile findus

    L’agricoltura sostenibile Findus si basa su pratiche agricole tese a migliorare e proteggere l’ambiente, oltre che le condizioni economiche e sociali di chi è coinvolto nella produzione.

    Questo orientamento si sposa con una rinnovata sensibilità verso le tematiche ambientali, abbracciata da sempre più persone in tutto il mondo e di cui Findus si fa portavoce.

    Oggigiorno, infatti, noi consumatori abbiamo sempre più a cuore la salute e il benessere; abbiamo una sensibilità più spiccata nei confronti di ciò che ci circonda e siamo consapevoli di quanto sia importante selezionare ingredienti rispettosi della natura e delle persone.

    L’attenzione a pratiche agricole sostenibili risponde a queste esigenze, con ripercussioni positive sui prodotti finali: più sicuri e più buoni.

    In che modo l’agricoltura sostenibile Findus opera concretamente per garantire questi elevati standard qualitativi e il rispetto dell’ambiente?

    • Coltivando le verdure solo “in pieno campo”, all’aria aperta e non in serra, sui migliori terreni scelti dagli agronomi Findus in collaborazione con gli agricoltori.
    • Rispettando il calendario di Madre Natura, cioè seminando e raccogliendo gli ortaggi secondo la stagionalità.
    • Eseguendo la surgelazione in tempi brevissimi, dove necessario: i piselli, ad esempio, vengono congelati entro tre ore dalla raccolta. Questo permette di conservarne le proprietà nutrizionali e tutto il gusto.
    • Utilizzando possibilmente basse quantità di fertilizzanti, ad esempio sullo spinacio si sono ridotte considerevolmente le quantità di fertilizzanti distribuiti rispetto al passato.
    • Riducendo il consumo di acqua ed energia nel corso delle attività agricole tramite l’impiego di innovativi sistemi di irrigazione, fra cui l’irrigazione a goccia, un sistema a bassa pressione; questo approccio offre innumerevoli vantaggi: distribuisce l’acqua solo alle colture interessate, evitando inutili dispersioni; diminuisce il rischio di crescita di piante infestanti e sviluppo di malattie nelle colture, effetto che comporta a sua volta una riduzione dei pesticidi.
    • Optando per la rotazione delle colture: per mantenere il terreno fertile nel tempo, riducendo dunque l’uso di fertilizzanti, e ridurre la pressione degli agenti di malattia, riducendo quindi l’utilizzo di pesticidi. Tale rotazione, che ormai interessa la maggior parte dei terreni coltivati dagli agricoltori Findus, consiste nell’alternare durante gli anni coltivazioni di verdure diverse nello stesso campo.
    • Altro aspetto di primaria importanza per l’agricoltura sostenibile Findus è la stretta collaborazione con le aziende agricole italiane, basata su rispetto, fiducia, trasparenza e compensi equi. Una relazione a tutto beneficio del territorio e della qualità dei prodotti Findus, che grazie a questo legame includono ortaggi d’eccellenza.

    L’adesione di Findus alla Sustainable Agriculture Iniziative Platform (SAI Platform), principale iniziativa globale dedicata allo sviluppo dell’agricoltura sostenibile, è un ulteriore passo in questa importante direzione.

    Per scoprire di più sull’impegno di Findus a favore della sostenibilità agricola si può curiosare nel Findus Green Camp, per seguire da vicino le avventure di quattro giovani esploratori nei campi Findus, alla scoperta di tecniche e curiosità sui metodi di coltivazione degli ortaggi che finiscono sulle nostre tavole.

    Le verdure Findus e l’agricoltura sostenibile

    FINDUS_DAY verdure

    Entro il 2019, il 90% dei vegetali Findus sarà conforme allo standard di sostenibilità FSA, utilizzato dalla Sustainable Agriculture Iniziative Platform, che permette alle aziende che ne fanno parte di monitorare il proprio grado di sostenibilità.

    Il Minestrone Tradizione Findus è composto da verdure 100% italiane coltivate secondo i principi dell’agricoltura sostenibile, e permette di raccontare il forte legame tra Findus e le filiere agricole italiane. Grazie al Minestrone Tradizione, Findus valorizza alcune eccellenze dei nostri territori, tra cui il Basilico genovese DOP, la Patata del Fucino IGP e la Cipolla rossa di Tropea Calabria IGP.

    Il 70% degli italiani preferisce acquistare alimenti prodotti nel nostro paese e quasi l’80% sarebbe disposto a pagare di più per l’italianità e la maggior qualità/sicurezza degli ingredienti.

    Findus, che ha a cuore i suoi consumatori oltre che l’ambiente, si impegna in un percorso attento alla produttività e alla provenienza delle verdure che porta sulle nostre tavole tutti i giorni.

    Articolo scritto in collaborazione con Findus